24 ORE DI LE MANS

Di Paolo Pirovano Pubblicato Venerdì, 21 Giugno 2013. nella categoria Sport

Oggi alle 15 parte la maratona francese.

24 ORE DI LE MANS

Parte oggi alle 15 la 24 ore di Le Mans.

La classica francese vede al via la lotta tra Audi e Toyota che lotteranno per l’affermazione finale in un confronto che va ben oltre alla competizione tra i due marchi.

In palio c’è soprattutto la supremazia tecnica dove tutti e due i costruttori hanno portato il massimo stato della ricerca tecnologica con due soluzioni legate al motore ibrido, comuni come filosofia di base ma diversissime nei contenuti.

Audi ha scelto la strada più complicata e adotta un motore V6 turbodiesel di 3.700 cc abbinata ad una unità elettrica alimentata da un sistema a volano che lavora sulle ruote anteriori,. Queste però possono intervenire solo ad una velocità superiore ai 120 km/h trasformandola temporaneamente in un trazione integrale. Ha già vinto lo scorso anno e per limitare le prestazioni l’organizzatore ha imposto un serbatoio di 58 litri, ben 18 in meno di quanto permesso a Toyota.

I giapponesi, invece corrono con un V8 a benzina di 3400 cc aspirato che trasmette la potenza sulle ruote posteriori e il motore elettrico lavora anch’esso sullo stesso asse ricevendo l’energia da un dispositivo ad accumulatori. Più lenta rispetto all’avversaria ha dalla sua il vantaggio della maggiore autonomia grazie, appunto, alla capienza del serbatoio di 76 litri che consente almeno due giri in più di percorrenza. E nell’arco di 24 ore vuol dire fare meno soste.

Lo schieramento vede in prima fila due Audi R18 e-tron quattro con la Pole staccata dall’equipaggio Duval- Kristensen-McNish alla guida della vettura numero 2 con 3m22.439s, ottenuta con alla guida il pilota francese che precede la gemella #1 di Lotterer-Fassler-Treluyer (3m23.696s) e la #3 di Genè-Di Grassi-Jarvis (3m24.341s).

La prima Toyota TS030 Hybrid è quarta con Davidson-Buemi-Sarrazin (3m26.654s) con un ritardo superiore ai 4 secondi davanti alla seconda auto giapponese di Wurz-Lapierre-Nakajima (3m26.676).

Altra lotta molto interessante da seguire sarà nella categoria GT dove sono impegnati marchi prestigiosi con Ferrari 458 Italia, Aston Martin Vantage V8, Porsche 911 GT3 RSR, Chevrolet Corvette C6, Viper GTS-R.

Il primo round delle qualifiche lo ha conquistato l’Aston Martin con Makowiecki, Senna, Bell (3m54.635s)

Tra le star al via anche Patrick Dempsey, il dottor Derek Sheperd di Grey’s Anatomy, alla guida di una Porsche 911.