BMW SERIE 1 Tre porte e xDrive

Di motorpad.it Pubblicato Mercoledì, 31 Ottobre 2012. nella categoria Secondo noi

All’interno del marchio BMW la Serie 1 rappresenta, in attesa degli sviluppi che nasceranno dalla concept Active Tourer, il modello d’accesso alla famiglia di Monaco, il cosiddetto “entry level” che, nel caso specifico, per qualche costruttore segna invece un punto d’arrivo per qualità e contenuti.

BMW SERIE 1<br/>Tre porte e xDrive
All’interno del marchio BMW la Serie 1 rappresenta, in attesa degli sviluppi che nasceranno dalla concept Active Tourer, il modello d’accesso alla famiglia di Monaco, il cosiddetto “entry level” che, nel caso specifico, per qualche costruttore segna invece un punto d’arrivo per qualità e contenuti.   A completare la gamma mancava alla BMW Serie 1 la versione più giovane e dinamica, la tre porte che si affianca ora alla già nota cinque porte. Una variante molto importante per questo modello che già esisteva  nella generazione precedente dove rappresentava circa il 30% delle vendite.   La linea guadagna molto in sportività e le principali differenze sono ovviamente nella parte posteriore con il tetto che diventa più spiovente verso la coda ed il disegno del finestrino che cambia forma e si raccorda in modo molto fluido con il passaruota. La ampie portiere, con la finezza della mancanza di cornice, assicurano un facile accesso ai passeggeri posteriori che possono accomodarsi su un divano a due o tre posti. Rispetto alla cinque porte non cambiano le dimensioni di 4,32 metri (8,5 cm in più però rispetto alla  vecchia Serie 1) e viene garantito un bagagliaio di 360 litri che possono diventare 1.200 abbattendo lo schienale.   Si ampliano ulteriormente le motorizzazioni con cinque benzina e altrettanti diesel e quella d’ingresso ha la sigla 114i da 102 CV. A salire troviamo, sempre tra i benzina, la 116i (136 CV), la 118i (170 CV) e la 125i (218 CV). Passando ai diesel la gamma parte con il 116d (116 CV) cui seguono il 118d (143 CV), 125d (218 CV) e la 120d (184 CV). Va anche ricordata la 116d Efficient Dynamics sempre con il motore da 116 CV con soluzioni per ridurre consumi ed emissioni ed un valore di CO2 emessa di 99 g/km. Tutti i motori hanno lo Start/Stop di serie, il cambio manuale a sei marce con, in opzione, quello automatico a 8 rapporti e la trazione posteriore, unica del suo segmento con questo tipo di soluzione.   Un discorso a parte lo merita la M135i, prima Serie 1 ad avere le prestazioni M Performance, la linea che si posiziona tra le auto di serie e le supersportive M. Dal sei cilindri in linea di 3.000 cc con tecnologia Twin Scroll Turbo ed iniezione diretta, sono stati ottenuti 320 CV  e 450 Nm per staccare 5,1 secondi nello 0-100 (4,9 con cambio automatico) ed una velocità massima di 250 km/h. Sarà disponibile anche per la cinque porte.   Oltre alle novità di stile se ne aggiunge una tecnica per tutte e due le varianti tre e cinque porte con l’arrivo della trazione integrale che verrà destinata a solo due motorizzazioni, la 120d xDrive e la M135i xDrive.   Numerose infine le personalizzazioni possibili con la presenza a partire da due diverse “Lines” ognuna con caratterizzazioni esclusive con, a seconda della cilindrata, la possibilità di scelta tra gli allestimenti Sport e Urban, M Sport, Joy e Unique. I prezzi vanno da 23.800 euro della 114i ai 46.000 della M135ixDrive con un totale di 50 modelli a listino.