BMW SERIE 3

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 17 Febbraio 2012. nella categoria Secondo noi

Una BMW ogni tre vendute è una Serie 3.

BMW SERIE 3
Una BMW ogni tre vendute è una Serie 3. Partendo da questa considerazione si capisce quanto sia importante e quanto sia al centro delle attenzioni di Monaco questo modello che nel tempo è diventato una vera e propria icona del marchio rappresentandone anche l’immagine sportiva nelle competizioni. Con questa che viene lanciata siamo alla sesta edizione che, in primo luogo, punta a mantenere gli storici valori di base, ovvero dinamismo, efficienza e comfort. Rispetto alla serie precedente la nuova Serie 3 cresce nelle dimensioni arrivando a 4,62 metri (+9,3 cm) migliorando così lo spazio dei posti posteriori grazie anche all’incremento del passo che guadagna 5 cm salendo così a 2,81 metri; le altre misure sono di 1,81 metri di larghezza e 1,43 di altezza; tanto spazio quindi per gli occupanti, e anche per i bagagli che dispongono di un vano da 480 dmc. Come tutte le novità BMW la Serie 3 si rende immediatamente riconoscibile, ma il nuovo stile di Monaco marca con chiarezza la differenzia rispetto alla versione che l’ha preceduta. Certo ci sono i richiami alla tradizione come le linee orizzontali nel frontale ma il disegno del doppio rene, i fari che si inseriscono al suo interno e la posizione del cofano esaltano ulteriormente il carattere sportivo. E così la fiancata percorsa da lunghe nervature. Le proporzioni sono ben definite mentre al posteriore si notano i fari ad L, in un giusto mix di classico e innovazione. Per avvicinarsi ancora di più ai gusti del cliente la Serie 3 “si fa in tre” proponendo altrettanti ambienti di allestimento ed equipaggiamento, ciascuno con qualcosa di unico e caratterizzante e non disponibile negli altri livelli. Così si può scegliere tra la Sport Line per chi ricerca allestimenti più aggressivi, Modern Line per l’amante del design o Luxury Line per chi da una BMW ricerca la qualità e l’eleganza al massimo livello. A questi si deve aggiungere anche la versione entry level Base. Al lancio la gamma motori è già piuttosto ampia con 3 benzina e 4 diesel. Questi ultimi sono tutti dei 4 cilindri turbo di 2 litri; cambia la potenza rispettivamente di 116 CV per la 316d, 143 per la 318d, 163 per la 320d Efficient Dynamics e 184 per la 320d. La ED spicca per i consumi contenuti quantificabili in 4,1 l/100 km nel ciclo misto (norme CEE II) pari a 109 grammi di CO2 emessa per chilometro. Gli ultimi due, inoltre, hanno la tecnologia TwinPower Turbo e la turbina a geometria variabile. Alla voce benzina si parte con il quattro cilindri da 1.997 cc per la 320i da 184 CV e per la 328i da 245 CV, per passare poi al 6 cilindri in linea della 335i da 306 CV. Tutti i propulsori sono abbinati di serie ad un cambio manuale a sei rapporti con in alternativa tra gli optional l’automatico ad 8 rapporti (2.200 euro) al quale si possono aggiungere i comandi al volante (300 euro) ed è inclusa la funzione Start/Stop. La trazione come ogni BMW è sulle ruote posteriori. Anche sulla nuova Serie 3 è presente il tasto di selezione delle modalità di guida che lavora su 4 posizioni: Comfort, Sport, Sport+ ed Eco Pro che permette di ottimizzare e ridurre i consumi di carburante. Nell’elenco degli optional troviamo il sistema ConnectedDrive (abbinato in questo caso al navigatore) che coordina tutte le attività di intrattenimento a bordo offrendo anche la possibilità di collegarsi attraverso internet con il mondo esterno per ricevere, ad esempio, informazioni su traffico e meteo in tempo reale o gestire la propria agenda. In caso di acquisto il primo anno di abbonamento è gratuito. Per finire i prezzi che vanno per i benzina dai 35.500 della 320i base ai 48.750 euro della 335i Luxury mentre per le diesel muovono dai 30.200 della 316d ai 39.950 della 320d Luxury.