C.I.R. Rally Costa Smeralda

Di motorpad.it Pubblicato Lunedì, 09 Maggio 2011. nella categoria Sport

Cala il sipario sul 30° Rally Costa Smeralda che, insieme al concomitante Rally Italia Sardegna valido per il World Rally Championship, ha visto gareggiare nelle splendida cornice dell’isola i grandi campioni del panorama rallistico nazionale e mondiale.

C.I.R. Rally<br/>Costa Smeralda
Cala il sipario sul 30° Rally Costa Smeralda che, insieme al concomitante Rally Italia Sardegna valido per il World Rally Championship, ha visto gareggiare nelle splendida cornice dell’isola i grandi campioni del panorama rallistico nazionale e mondiale. La più affascinante gara su terra italiana vede vincitore Paolo Andreucci su Peugeot 207 S2000: con questo successo il pilota toscano si pone sempre più saldamente al comando della classifica generale del Campionato Italiano Rally. Secondo classificato conclude una splendida gara Umberto Scandola su Ford Fiesta S2000: il giovane campione veronese torna alla ribalta nel C.I.R. 2011, in testa alla classifica degli indipendenti. Sul terzo gradino del podio Luca Rossetti, campione europeo in carica, su Fiat Grande Punto S2000, mentre Mauro Trentin su Peugeot 207 S2000 si classifica 4°. Anche se giù dal podio, il 4° posto nell’assoluto vale a Trentin la leadership nella classifica valida per il Trofeo Rally Terra, specialità che ha condiviso questa tappa con il CIR. Con questa vittoria Andreucci centra il terzo successo nei tre appuntamenti disputati finora e sembra sempre più difficile per gli avversari insidiare il campione in carica. Il rally della Costa Smeralda era una prova d’appello per gli avversari e contendenti al titolo che sta prendendo anche quest’anno la direzione della Peugeot soprattutto se il pilota toscano mantiene questo ritmo. Al Costa Smeralda si sono fatti notare anche i giovani Alessandro Perico, che con la sua Peugeot 207 S2000 si aggiudica il 6° posto, e soprattutto Simone Campedelli, che dopo il debutto sull’asfalto al Rally Mille Miglia ha portato la sua Citroën DS3 anche sulla terra classificandosi 5°assoluto. Un risultato che è andato ben oltre le migliori aspettative visto che la piccola auto francese a due ruote motrici si è messa dietro sulla terra i principali piloti alla guida delle ben più potenti vetture a trazione integrale di gr. N. Classifica dei primi 10: 1. P. Andreucci - A . Andreussi (Peugeot 207 S2000) in 1:33'13.6; 2. U. Scandola - G. D´Amore (Ford Fiesta S2000) a 35.7; 3. L. Rossetti - M. Chiarcossi (Grande Punto S2000) a 38.5; 4. M. Trentin - A. De Marco (Peugeot 207 S2000) a 6´46.5; 5. S. Campedelli - D. Fappani (Citroen DS3) a 6´50.0; 6. A. Perico - F. Carrara (Peugeot 207 S2000) a 6´54.7; 7. G. Dettori - M. Corda (Ford Fiesta S2000) a 7´23.5; 8. F. Gianfico - R. Tolino (Mitsubishi Lancer Evo IX ) a 8´08.6; 9.M. Angrisani - M. Pollicino (Mitsubishi Lancer Evo X) a 10´06.9; 10. M. Tonso - M. Barone ( Ford Fiesta S2000) a 10´35.9. CLASSIFICA PILOTI Campionato Italiano Rally 2011 dopo 3 gare. 1. Andreucci, punti 75; 2. Rossetti 51, 3. Perico, 35 ; 4. Scandola, 30; 5. Chentre 25. CLASSIFICA COSTRUTTORI Campionato Italiano Rally 2011 dopo tre gare. 1. Peugeot, 114; 2. Abarth, 51; 3. Ford, 36; 4. Skoda 17; 5. Citroen, 11; 6. Renault 8. Classifica Campionato Italiano Rally Indipendenti: 1. Scandola, 43; 2. Perico, 30; 3. Chentre, 25; 4. Trentin, 18; 5. Angrisani, 16. CLASSIFICA PILOTI Campionato Italiano Terra 2011 dopo 2 gare. 1. Dettori, 30; 2. Trentin, 27; 3. Mikkelsen 25 punti; 4. Aghini 18; 5. Batistini e Tonso15. CLASSIFICA COSTRUTTORI Campionato Italiano Terra 2011 dopo 2 gare. 1. Peugeot 43; 2. Ford 30; 3. Skoda 25 punti; 4. Abarth, 15; 5. Citroen e Mitsubishi 10; 8. Subaru, 8.