CADILLAC ATS

Di motorpad.it Pubblicato Martedì, 10 Gennaio 2012. nella categoria Salone di Detroit 2012

Per l’automobilista americano Cadillac è da sempre sinonimo di modelli esclusivi e di lusso con qualità e tecnologie di alto livello.

CADILLAC ATS
Per l’automobilista americano Cadillac è da sempre sinonimo di modelli esclusivi e di lusso con qualità e tecnologie di alto livello. Tutto questo trova conferma al Salone di Detroit, ma è giunto anche il tempo che qualcosa cambi nel senso che la Marca, con la presentazione della nuova ATS, introduce canoni stilistici e tecnici che guardano con particolare interesse anche verso un nuovo pubblico più giovane che non cerca, non vuole e non può permettersi le imponenti vetture che hanno fatto la storia della marca, ma sceglie modelli più compatti e accessibili. Infatti la nuova Cadillac è lunga 4,64 metri (per 1,80 di larghezza e 1,42 di altezza), ed è stata sviluppata su una nuova piattaforma studiata per contenere il peso (solo 1.542 kg in ordine di marcia) e per rendere più dinamica e agile la guida.. Sono dimensioni tipicamente europee, tanto per fare un esempio appena più lunghe di quelle della Mercedes Classe C berlina, segno che i tempi stanno cambiando anche in America e che la pratica del downsizing inizia a produrre i primi frutti. Molto lavoro è stato fatto sulla ripartizione dei pesi stabilito in 50/50, come le migliori auto sportive. A completare il cambiamento viene poi la parte motoristica, che per il mercato USA riguarda quattro cilindri e due V6. Tra i primi entra in gamma un 2.000 cc turbo particolarmente brillante con 273 CV a disposizione. L’altra scelta è per un 2.500 cc da 202 CV mentre il V6 è il classico 3.600 cc in due livelli di potenza: 322 e 237 CV. Si parla anche di una versione per l’esportazione con destinazione Europa dove ci sarà bisogno anche di una versione con alimentazione a gasolio, carburante poco amato dagli “yankee”. Tutti i propulsori sono abbinabili ad un cambio manuale a sei rapporti con in alternativa un automatico; la trazione è posteriore con in opzione quella integrale. La ATS prevede di serie il sistema CUE (Cadillac User Experience) che unisce la parte di intrattenimento a quella di informazioni. Il cuore è uno schermo a 8 pollici touchscreen con solo quattro comandi da utilizzare ed un sistema grafico che richiama le icone dei telefoni smartphone. La sicurezza è affidata al sistema “controllo e allerta” con avanzate tecnologie tra cui radar, telecamere e sensori a ultrasuoni, per cercare di prevenire gli incidenti. In alcuni casi i dispositivi entrano in funzione senza intervento del guidatore, come la frenata automatica, attivata in base alle informazioni che indicano ad esempio un possibile tamponamento nella circolazione urbana a bassa velocità. Tra le funzionalità più sofisticate vi sono i freni automatici anteriori e posteriori, che arrivano, se necessario, anche al totale arresto del veicolo basati su un radar a breve gittata e sensori a ultrasuoni.