CHEVROLET CRUZE STATION WAGON

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 22 Giugno 2012. nella categoria Secondo noi

E tre.

CHEVROLET CRUZE<br/>STATION WAGON
E tre. Per non dire quattro con la quarta che è campione del mondo WTCC 2010-2011; ma questo, come si dice, è un altro discorso. Ci riferiamo alla Chevrolet Cruze per la quale si può ormai parlare di “famiglia allargata” con l’arrivo della Station Wagon che si aggiunge alla berlina 4 e 5 porte.  E’ la variante irrinunciabile per un vero Costrttore generalista che vuole essere presente in ogni segmento del mercato e Chevrolet ci è riuscita in tempi record presentando ben 10 novità in soli 18 mesi; è così che la copertura è passata dal 25 al 90% dal 2009 al 2012. Da qui quasi 4,8 milioni di veicoli Chevrolet venduti nel mondo nel 2011.   Tornando alla Cruze SW le modifiche esterne sono di dettaglio, a parte naturalmente la zona posteriore ben raccordata e la lunghezza portata a 4,67 metri. All’interno gli arricchimenti riguardano l’evoluto sistema di infointrattenimento MyLink con display, l’Eco Drive Assistence con Start/Stop (per le motorizzazioni che lo prevedono), la console centrale e i nuovi tessuti di rivestimento. Insomma più qualità e più sostanza. Sul versante della versatilità e della disponibilità di spazio la Cruze SW punta su una zona di carico che può dilatarsi fino a 1.478 dmc utili.   E siamo ai motori che presentano una curiosità per un’auto che arriva dalla Corea. Tra i benzinail 1.600 cc da 124 CV con cambio manuale a 5 marce è prodotto nello stesso paese orientale, mentre il più piccolo ma più potente 1.400 cc turbo a benzina da 140 CV con Start/Stop viene prodotto in Austria. Passando ai diesel il 1.700 cc con Start/Stop da 130 CV nasce in Polonia e viene montato anche dalla Opel Astra, mentre il 2.000 cc top di gamma da 163 CV e cambio automatico è costruito a sua volta in Corea.   In una proposta così articolata è scontato che il diesel di vertice esprima un carattere quasi da vettura sportiva beneficiando anche della notevole coppia di 360 Nm. Sono però le due unità di mezzo le più convenienti ed equilibrate.  Il 1.400 cc a benzina è infatti un’altra conferma dei vantaggi della filosofia downsizing capace di tirar fuori potenze da cilindrata superiore con consumi da cubatura inferiore: 5,7 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 134 g/km per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,5 secondi. Il 1.700 cc diesel a sua volta si fa apprezzare per l’ottimo compromesso tra efficienza (200 km/h), consumi (4,5 l/100 km) ed emissioni (119 g/km).   E’ infine patrimonio di tutte le Cruze SW l’alto livello di isolamento acustico. Quanto ai prezzi muovono da 18.050 euro e salgono fino a 22.950 nei due livelli di allestimento LT ed LTZ.