CITROËN C4 PICASSO

Di motorpad.it Pubblicato Martedì, 02 Aprile 2013. nella categoria Anteprima

Dalla passarella del Salone di Ginevra alla strada è stato per la Citroen C4 Picasso un passo davvero breve.

CITROËN C4 PICASSO
Dalla passarella del Salone di Ginevra alla strada è stato per la Citroen C4 Picasso un passo davvero breve. La nuova monovolume compatta nasce infatti dalla concept Technospace che vedremo in Italia nel corso del mese di luglio per essere commercializzata subito dopo l’estate. Disegnata da Fréderic Soubirou mette in risalto tutti i concetti di stile e di funzionalità presentati lo scorso marzo a partire dal design innovativo caratterizzato da un frontale moderno ed incisivo con il classico “chevron” che percorre tutto il frontale e termina la sua estensione  nei sottili proiettori diurni a led. La fiancata, a forma di “C” promette molto spazio interno. Rispetto alla generazione precedente della C4 Picasso è più corta di 4 cm, 4,43 mt il totale con una larghezza di 1,83 ed un’altezza di 1,62. Guadagna centimetri importanti nel passo, +5,5, ora di 2,78 mt aggiungendo anche 40 dmc di bagagliaio che arriva a 537 dmc totali di capacità che possono diventare 630 se si fa scorrere in avanti la seconda fila di sedili. Questi sono tutti singoli e anche il sedile del passeggero si può abbattere completamente per avere un pianale disponibile per i carichi di ingombro più lungo. Oppure si può viaggiare completamente sdraiati grazie al pack relax che consente di tenere le gambe sollevate.   Come tradizione la superficie vetrata è ampia e raggiunge i 5,30 mq e dispone del parabrezza panoramico di serie per avere sempre luce nell’abitacolo. Altra innovazione è nella riduzione del peso grazie all’utilizzo della piattaforma EMP2 (Efficient Modular Platform 2) che ha consentito un risparmio di peso di 140 kg a vantaggio dei consumi, delle emissioni e della dinamica di marcia.   La gamma motori al lancio è stata rivista con obiettivo di arrivare alla soglia dei 100 gr/km di CO2 emessa, risultato ottenuto con il 1.600 cc e-hdi FAP da 90 CV con cambio manuale pilotato che si ferma a 98 gr. Comprende anche lo stesso 1.600 senza il sistema Stop&Start, e in versione e-hdi FAP da 115 CV con 104 gr/km per la CO2, rimane sotto i 4 litri di gasolio per 100 km. La Picasso sarà la prima vettura Citroen ad utilizzare il propulsore BlueHDi da 150 CV e 110 gr/km che già soddisfa le norme Euro6 ed integra il modulo SCR (Selective Catalityc Reduction) per trattare gli Nox. Non sono ancora state comunicate informazioni sui benzina.   Tanta la tecnologia a bordo con due due display tra cui scegliere, un 7” di serie o uno da 12” in opzione attraverso i quali si possono comandare tutte le funzioni di infointrattenimento, la telecamera per la retromarcia, il sistema Vision 360 con 4 telecamere per avere una visuale “birdview”, il park assist,. Per quanto riguarda la sicurezza troviamo il regolatore di velocità attivo, l’accensione e lo spegnimento dei fari abbaglianti, la sorveglianza dell’angolo morto, e della chiamata d’emergenza E-touch in caso d’incidente. Una dotazione insolitamente completa per una vettura di questo segmento.