FERRARI F138

Di motorpad.it Pubblicato Sabato, 02 Febbraio 2013. nella categoria Sport

E’ nata la 59° Ferrari di Formula 1 ed è in già in gestazione la 60a.

FERRARI F138
E’ nata la 59° Ferrari di Formula 1 ed è in già in gestazione la 60a. Si chiama F138 e le prime due cifre si riferiscono all’anno di attività (2013) e la terza al motore (8 cilindri) che in questa stagione giunge a fine carriera. Situazione che spiega il fatto che si sta già lavorando per la 60° monoposto che, tanto per cominciare, nel 2014 sarà mossa da un V6 Turbo. A Maranello sono quindi impegnati due team che lavorano su due progetti distinti, cosa che comporta sforzi organizzativi davvero importanti dato che, come è noto, Ferrari costruisce anche i motori e, in più, ne fornisce anche ad altri team come Toro Rosso (che passerà a Renault)  Sauber e probabilmente a Force India. In questo quadro la F 138 è in pratica l’evoluzione della vettura dello scorso anno migliorata in quei particolari e soluzioni che non avevano reso come si sperava e per interpretare al meglio i regolamenti 2014. E’ sparito ad esempio il brutto muso a scalino e l’aerodinamica è ora studiata nella più efficace galleria del vento della Toyota in Germania dato che quella di casa è in restauro. E’ però certo che proprio l’aerodinamica sarà in continua evoluzione fin dalla prima gara e questo anche sulla base dei primi test in programma sul circuito di Jerez (che non è proprio il più adatto allo scopo) e che saranno condotti da Massa e dall’esperto collaudatore Pedro De La Rosa. Alonso prenderà in mano la monoposto in un secondo momento essendo ora impegnato nella indispensabile preparazione fisica. Oltre al muso della macchina i cambiamenti più visibili si noto sulla parte posteriore più rastremata e stretta nella parte bassa e sulle prese d’aria dei freni. Si sono inoltre realizzati recuperi nel peso ed è incrementata la rigidezza. Quanto al motore si è lavorato per conservare e incrementare la preziosa affidabilità dimostrata nel corso della passata stagione e per il mantenimento ai massimi livelli di prestazione attraverso il ciclo di utilizzo del KERS. Per quanto riguarda l’elettronica, va segnalata l’introduzione con un congruo anticipo della centralina unica che verrà utilizzata nel 2014 e che dovrà controllare tutte le funzionalità sia per quanto riguarda il software che l’hardware.   Stefano Domenicali ha dichiarato che “l'approccio dalle prime gare in avanti deve essere corretto, dobbiamo essere emotivamente pronti ad affrontare momenti di tensione fortissima. Sicuramente non vogliamo trovarci come lo scorso anno nella situazione di dover lottare per ridurre uno svantaggio di 1.6 secondi rispetto ai primi". Il Presidente Montezemolo ha in primo luogo ricordato l’Avvocato Agnelli a 10 anni dalla scomparsa e apprezzato questa presentazione affermando, scaramanticamente: "Ho sentito un'atmosfera particolare, fin da questa mattina, da quando sono uscito di casa a Bologna. La nebbia mancava da molto tempo qui e mi ha ricordato la presentazione del 1997, anno in cui la Ferrari iniziò il suo ciclo vincente. Perchè dovrei sperare che questa macchina sia competitiva fin dalla prima gara? Le risposte sono 3: la prima, per l' attentissima, maniacale revisione della stagione scorsa, la seconda il forte cambiamento organizzativo e di metodologia del lavoro, e la terza la concentrazione su un'unica galleria, che sarà importante soprattutto nel prosiegiuo della stagione. Non avendo a disposizione le prove in pista, che tanto vorremmo reintrodurre, ci siamo concentrati maggiormente sugli strumenti di simulazione”.  Riguardo all'ipotesi di Vettel in squadra, Montezemolo ha dichiarato che non ci sono possibilità di avere il pilota tedesco affiancato ad Alonso. Quanto al terzo pilota, la scelta ricadrà su De La Rosa o Bianchi, la questione è in discussione in questi giorni.  DATI TECNICI Autotelaio  In materiale composito a nido d’ape con fibra di carbonio Cambio longitudinale Ferrari Differenziale autobloccante Comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico con cambiata veloce Numero di marce 7 +Rm Freni a disco autoventilanti in carbonio Brembo Sospensioni indipendenti a tirante e molla di torsione anteriore/posteriore Peso con acqua, olio e pilota 642 kg Ruote OZ (anteriori e posteriori) 13” Motore Tipo 056 Numero cilindri 8 Blocco cilindri in alluminio; fusione in sabbia V 90° Numero di valvole 32 Distribuzione pneumatica Cilindrata totale 2398 cm3 Alesaggio e pistoni 98 mm Peso >95 kg Iniezione e accensione elettronica Benzina Shell V-Power Lubrificante Shell Helix Ultra