FORD TRANSIT CUSTOM

Di motorpad.it Pubblicato Domenica, 22 Luglio 2012. nella categoria Fari Puntati

Non sono molti i veicoli commerciali leggeri che, nel tempo, si sono guadagnati il titolo di “icona” del settore o che, nella continuità del nome, sono diventati dei “classici”.

FORD TRANSIT CUSTOM
Non sono molti i veicoli commerciali leggeri che, nel tempo, si sono guadagnati il titolo di “icona” del settore o che, nella continuità del nome, sono diventati dei “classici”. Il Ford Transit è sicuramente uno di questi e a farlo restare nel novero di quelli di maggior successo mondiale contribuirà sicuramente la nuova generazione che vedrà la luce nel 2013. Le innovazioni puntano su diverse linee di sviluppo: uno stile generale più moderno, interni e allestimenti di alta qualità per offrire il massimo confort ed un alto livello di sicurezza per chi viene chiamato a trascorrere molte ore a bordo nel lavoro o negli spostamenti di ogni giorno, robustezza, versatilità ed una guidabilità sempre più di tipo automobilistico. Ricordiamo che il Transit si colloca nella categoria dei veicoli commerciali da una tonnellata e che, secondo tradizione sarà disponibile in una gamma completa di modelli van, combi e doppia cabina in van (con seconda fila di posti). Nel dettaglio anche il design del nuovo Transit partecipa al linguaggio stilistico che va sotto il nome di  quel Kinetic Design che ha cambiato faccia e immagine alle vetture Ford e lo si riconosce nella griglia trapezoidale anteriore e nelle superfici più scolpite e nei passaruota maggiorati. C’è una certa aria di sportività.   Al lancio il Transit Custom sarà disponibile nelle versioni a passo corto (4,97 metri) e lungo (5,34 metri) per adattarsi alle diverse esigenze di lavoro. La capacità di carico è al vertice della categoria: 6.0 metricubi SAE con paratia divisoria (6.8 nella versione a passo lungo) e l’area di carico è stata progettata per garantire una totale configurabilità dello spazio. Barre di carico sono integrate nel tetto per essere utilizzate solo quando necessario.   Come accennato le dinamiche di guida, gli interni e le tecnologie del nuovo Transit Custom sono state messe a punto a partire da quelle delle vetture Ford come per la plancia dotata di un pannello strumenti elegante e funzionale con di spazi per bottiglie, telefoni e documenti ricavati in modo intelligente, dalla configurabilità della posizione di guida e dal volante regolabile sia per altezza che estensione. Le tecnologie Ford di assistenza alla guida rendono l’esperienza più sicura ed efficiente grazie al sistema di connettività e comandi vocali avanzati SYNC con la funzione Emergency Assistance, al sistema di monitoraggio della corsia di marcia, al monitoraggio dell’attenzione del guidatore, ai fari abbaglianti automatici, e alla telecamera posteriore integrata nel retrovisore centrale. Come la nuova Ford Focus, il Transit Custom dispone di programma elettronico di stabilità (ESP) e Torque Vectoring Control, per una miglior stabilità e un controllo completo della trazione.   Il tutto si inquadra in una nuova piattaforma più rigida e in sospensioni riprogettate così come lo sterzo. A bordo del nuovo veicolo sono disponibili anche airbaglaterali a tendina, che si aggiungono a quelli frontali per guidatore e passeggeri e a quelli laterali per il torace, incorporati nei sedili. I bassi costi di esercizio partono dalla più elevata efficienza della categoria, garantita dal motore diesel Ford Duratorq TDCi, disponibile in versioni da 100, 125 e 155 CV, che permette consumi di 6.6 l/100 km, con emissioni di soli 174 g/km di CO2, fino all’8% in meno rispetto al precedente modello di Transit. Va infine segnalato che i tagliandi sono ora fissati ogni due anni o 50.000 km.