HYUNDAI i40 wagon

Di motorpad.it Pubblicato Giovedì, 23 Giugno 2011. nella categoria Secondo noi

Il gruppo Hyundai è diventato da quest'anno il quinto costruttore mondiale tenendo puntualmente fede ad un programma che, quando fu annunciato pochi anni fa, suscitò non poche riserve e perplessità.

HYUNDAI i40 wagon
Il gruppo Hyundai è diventato da quest'anno il quinto costruttore mondiale tenendo puntualmente fede ad un programma che, quando fu annunciato pochi anni fa, suscitò non poche riserve e perplessità. Il piano di lavoro ha comportato ovviamente un grande impegno di progettazione e industriale da cui un continuo allargamento della gamma che ha portato anche ad esplorare nuove tipologie di veicoli e nuovi mercati. L'operazione di riposizionamento è iniziata da tempo con le varie i20, i30, ix35 e adesso si aggiunge la i40, vettura del segmento D, dalle alte ambizioni anche per flotte aziendali, professionisti e piccole aziende. Così pochi mesi dopo la prima apparizione al Salone dell'automobile di Ginevra, viene ora presentata la versione station wagon (la berlina arriverà in seguito entro la fine dell'anno), variante di carrozzeria sempre molto apprezzata in Italia. Disegnata e sviluppata con la partecipazione dal centro stile europeo, la i40 wagon guarda con particolare attenzione proprio all’automobilista europeo e per questo punta in primo luogo su uno stile moderno e piacevole, con il frontale ben caratterizzato, la fiancata filante e percorsa da nervature subito sotto la linea di cintura e il portellone ben integrato nel tetto leggermente inclinato. Lunga 4,70 metri la i40 assolve poi senza problemi ad uno dei compiti di una Station Wagon che è quello di offrire abbondanza di spazio, e ben modulabile, all'interno. Il volume utile del bagagliaio con tutti i posti occupati è infatti di 553 dmc utili che diventano 1.719 quando i sedili posteriori vengono ribaltati; il piano posto a 59 cm facilita le operazioni di carico. Dato che si tratta di un'auto utilizzata principalmente per lavoro con lunghe permanenze a bordo sono molto importanti gli allestimenti. La i40 offre quindi di serie 9 airbag, il navigatore, i sedili riscaldabili anche posteriori, sin dall'allestimento di ingresso. Vanno inoltre ricordati l'ESP di serie, il controllo di trazione TCS, ABS+EBD, il sistema di assistenza per le ripartenze in salita Tra gli optional importanti si trova il tetto panoramico diviso in due parti e il park assist che effettua in automatico le manovre di parcheggio. Quattro i motori disponibili, due benzina e due a gasolio. Nel primo caso si tratta di un 1.600 cc da 135 CV con consumi medi di 5,9 l/100 km e velocità massima di 195 km/h ed un 2.000 cc da 177 CV, 6,7 litri/100 km e 210 km/h. I diesel, sui quali si concentrerà il grosso delle vendite, sono un nuovo 1.700 cc, turbo con filtro antiparticolato a due livelli di potenza, 115 e 135 CV per 190 e 198 km/h di velocità di punta e consumi contenuti in 4,3 e 4,5 l/100 km. Per le motorizzazioni più potenti si può scegliere tra un cambio manuale a sei rapporti e quello automatico (in listino a 1.200 euro) con comandi al volante. In seguito arriverà anche la versione Blue Drive con Start e Stop, pneumatici a basso rotolamento e aerodinamica rivista in grado di emettere 129 g/km di CO2. La nuova Hyundai i40 wagon sarà in vendita da settembre (ma è già ordinabile in concessionaria) in tre allestimenti che si riconoscono anche per il tipo di cerchio che adottano (16,17,18 pollici) con prezzi che vanno da 23.490 euro della 1.6 benzina Classic fino ai 31.100 della 1.7 diesel a cui si possono aggiungere dei pacchetti di optional. Interessante la garanzia Tripla 5 con chilometraggio illimitato (5 anni di garanzia, 5 anni di controlli gratuiti e 5 anni di assistenza stradale).