ITALDESIGN PARCOUR

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 08 Marzo 2013. nella categoria Salone di Ginevra 2013

Una “concept” carica di idee e, pertanto, più che un esercizio di stile (per altro di grande fascino) la Parcour, la nuova proposta di Giorgetto e Fabrizio Giugiaro a Ginevra che è la dimostrazione che è pur possibile inventare un concetto per una inedita tipologia di veicolo multiuso.

ITALDESIGN PARCOUR
Una “concept” carica di idee e, pertanto, più che un esercizio di stile (per altro di grande fascino) la Parcour, la nuova proposta di Giorgetto e Fabrizio Giugiaro a Ginevra che è la dimostrazione che è pur possibile inventare un concetto per una inedita tipologia di veicolo multiuso. Nel senso che, pur nelle sembianze di un SUV decisamente supersportivo ed esclusivo, il veicolo in questione può e vuole essere usato sul ogni tipo di terreno. Basta chiamarsi Giugiaro.   L’idea parte dai tre assetti che possono essere selezionati e che, in concreto alzano o abbassano la vettura di 100 mm: ribassato di 30 mm per scatenarsi anche in pista; normale per le strade di ogni giorno e rialzato di 70 mm per affrontare anche il fuoristrada. “L’ha in effetti disegnata il vento e la strada” ha affermato Fabrizio Giugiaro illustrando anche le novità aerodinamiche di cui questo studio è portatore e che partono dall’inedito montante “A” staccato dal parabrezza con il compito di canalizzare l’aria sul motore e sulla marmitta che, a sua volta, presenta gli scarichi verticali.   La base tecnica è presa dalla Lamborghini che ha messo a disposizione il telaio in alluminio e soprattutto il motore V10 da 550 CV e 540 Nm di coppia, completo di cambio e di trazione integrale. Si spiegano così i 3,6 secondi per scattare da 0 a 100 km/h, i possibili 320 km/h di velocità di punta e la disinvoltura con cui la Parcour affronta ogni tipo di terreno e si presta ad ogni tipo di guida.  Lunga 4.53 metri, con ruote da 22” e con un peso di 1.600 kg la Parcour si presenta anche in due versioni di carrozzeria: chiusa a coupé con porte che si aprono verso l’alto e roadster, sempre a due soli posti. Cosa che rende quanto mai difficile esprimere una preferenza di stile e di esclusività.