KIA CARENS

Di motorpad.it Pubblicato Giovedì, 18 Aprile 2013. nella categoria Secondo noi

Torna d’attualità, in Kia, la monovolume compatta Carens in circolazione ormai da una dozzina d’anni, e giunge ora ad un livello di maturazione e rinnovamento tale da presentarsi davvero come una proposta radicalmente nuova e di sicuro appeal.

KIA CARENS
Torna d’attualità, in Kia, la monovolume compatta Carens in circolazione ormai da una dozzina d’anni, e giunge ora ad un livello di maturazione e rinnovamento tale da presentarsi davvero come una proposta radicalmente nuova e di sicuro appeal.   Lo stile si allinea, come è logico, ai nuovi dettami della marca cominciando dal quel frontale a “tiger noise” con fari profilati a LED che conferisce personalità, riconoscibilità certa e una certa aggressività: se no che “tigre” sarebbe? Il modello si fa più compatto (4.525 mm), più basso (1.600 mm) e più stretto (1.805 mm). Il passo però è stato allungato a 2.750 mm e ne guadagna in  modo sensibile in dinamismo e in maneggevolezza. Anche nel traffico cittadino e nei percorsi attorcigliati delle strade in montagna.   La mutata forma non ha però compromesso la grande disponibilità di spazio interno. In primo luogo perché c’è stato un utile avanzamento del posto di guida e poi perché la nuova Carens è sempre disponibile nelle due versioni a 5 e 7 posti. Può quindi vantare una movimentazione tale delle due o tre file di sedili (con quella di mezzo anche scorrevole) da consentire l’adattamento ad ogni esigenza di trasporto e di uso. Il bagaglio, infatti può dilatarsi da 536 a 1.649 dmc utili in configurazione 5 posti e da 492 a 1.650 nella versione 7 posti; oppure accogliere carichi lunghi fino a 2,15 mt.   I due livelli di allestimento, Cool e Class, privilegiano senza riserve l’aspetto “automobilistico” del modello che tra dotazioni di serie e pack di personalizzazione può arrivare a comprendere sistemi tecnologici avanzati per il confort, la sicurezza ed assistenza alla guida come il navigatore con touch screen, il Total Connectivity System con prese USB, AUX e iPod, radio CD/mp3, lo Smart Parking Assist System che sistema l’auto nello spazio disponibile senza interventi del pilota sul volante, la telecamera posteriore, l’assistenza per le ripartenze in salita, l’avviso di superamento involontario della linea di carreggiata, il cruscotto "Supervision" con display TFT LCD HD, la "Smart Key" con avviamento a pulsante, il “Media Box” con radio e display LCD touch-screen,  il tetto panoramico in vetro, i sedili in pelle e riscaldati e le ruote in lega da 18”.    Al Capitolo motori Kia va sul sicuro con due diesel di 1.700 cc rispettivamente da 115 e 136 CV e 260 e 330 Nm di coppia; si dichiarano consumi medi tra 4,9 e 5,3 l’100 km con emissioni di CO2 tra 129 e 137 g/km. Per chi è ancora più attento ai consumi c’è a richiesta ilpacchetto EcoDynamics con cui i consumi e le emissioni del motore 1.7 diesel scendono a 4,7 litri/100km e 124 gr/km grazie anche allo Stop&Go e agli pneumatici a basso rotolamento. A questi si aggiunge un benzina di 1.600 cc, 135 CV e 165 Nm di coppia che richiede mediamente 6,8 l/100 km ed emette 159 g/km di CO2. I cambi sono manuali a 6 marce e in alternativa è disponibile anche una trasmissione automatica a 6 rapporti con bilancieri al volante per il diesel più potente.   Sul fronte dei prezzi Carens presenta un listino che parte da 19.500 euro e sale fino a 24.100 euro. I numerosi Pak sono offerti tra 300 e 2500 euro a seconda dei contenuti, ma il prezzo può scendere di 2.000 euro in un bonus da detrarre da listino o da spendere in optional per nel periodo di lancio della Carens che dovrebbe durare almeno 3 mesi.