LEXUS GS 450h

Di motorpad.it Pubblicato Mercoledì, 06 Giugno 2012. nella categoria Secondo noi

All'interno del segmento E, quello delle ammiraglie top di gamma, si stanno muovendo da tempo tutti i grandi nomi dell'automobilismo per conquistarsi una fetta di clientela che sembra non risentire minimamente gli effetti della crisi.

LEXUS GS 450h
All'interno del segmento E, quello delle ammiraglie top di gamma, si stanno muovendo da tempo tutti i grandi nomi dell'automobilismo per conquistarsi una fetta di clientela che sembra non risentire minimamente gli effetti della crisi. Per questo la lotta sulla tecnologia è molto spinta ed entro l'anno arriveranno sul mercato ben cinque proposte con motorizzazioni ibride, in una specie di confronto a tutto campo tra l'industria tedesca e quella giapponese. Vedremo quindi a breve (in ordine alfabetico) Audi A6, BMW Serie 5, Infiniti M35h e Mercedes Classe E, con quest'ultima che si differenzia dal lotto delle concorrenti per l'abbinamento diesel/elettrico. Chi invece ha già fatto da tempo questa scelta è Lexus che con la GS 450h arriva alla quarta generazione del modello (nasce nel 1993) e alla seconda per quanto riguarda l'ibrido (2006).   Il marchio di lusso del gruppo Toyota ha completamente rivisto la GS (il nome significa Grand Touring Sedan) partendo dal design che sceglie la strada della maggiore sportività e aggressività soprattutto nel frontale. Qui si trova la  nuova mascherina a forma trapezoidale che si integra nei fari e nelle luci diurne, riprendendo la coupé LF. Rimangono praticamente invariate le misure con 4,85 metri di lunghezza mentre guadagna spazio in larghezza (1,84 metri) e in larghezza (1,45 metri).   Il concetto di ecosostenibilità viene affidato al motore V6 a benzina con ciclo Atkinson di 3.456 cc con iniezione diretta del carburante da 292 CV, abbinato al sistema Lexus Hybrid Drive di seconda generazione per una potenza complessiva di 345 CV. È così in grado di raggiungere i 250 km/h di velocità massima autolimitata ed i 5,9 secondi nello scatto da 0-100 e sono stati migliorati i consumi scesi a 5,9 l/100 km nel ciclo d’omologazione misto con emissioni di CO2 di 137 g/km. Secondo i tecnici sono state ottenute dal V6 delle prestazioni equiparabili a quelle di un V8 ma con consumi di un 4 cilindri. L’unità elettrica è alimentata da un pacco batteria al Nickel Idruro Metallo montato dietro lo schienale dei posti posteriori ed è possibile percorre al massimo 4 chilometri in modalità EV. Come le serie precedenti la GS 450h ha la trazione posteriore ed il cambio è a variazione continua mediante ingranaggi planetari.   Migliorata anche la dinamica di guida, più vicina ai gusti del guidatore europeo, con nuove sospensioni e 4 modalità di guida, Eco, Comfort, Sport e Sport+ che intervengono sulle reazioni della vettura. Con l’allestimento F Sport sono inoltre disponibili le 4 ruote sterzanti (Lexus Dynamic Handling) per la prima volta montate su un veicolo ibrido. Sotto gli 80 km/h il retrotreno sterza fino ad un massimo di 2° in senso opposto alle ruote anteriori. Sopra questa velocità le ruote girano nella stessa direzione. Nell’abitacolo la plancia è stata ripensata completamente con un display LCD da 12" comandato da una manopola, di serie sulla più lussuosa Luxury. A disposizione anche il climatizzatorre con nano tecnologie e l’impianto stereo della Mark Levinson.   Arriverà in Italia alla fine di giugno in quattro allestimenti e prezzi che partono da 58.000 euro per la GS, 67.000 per la Executive, 70.500 per la F Sport e 75.000 per la Luxury a cui è possibile aggiungere dei Pack specifici per arricchire l’auto.