MAZDA2

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 05 Novembre 2010. nella categoria In breve

Bisogna riconoscere che alcune storiche gerarchie tra i vari costruttori di vetture "small" e di city car in particolare si sono modificate o quantomeno allargate.

MAZDA2
Bisogna riconoscere che alcune storiche gerarchie tra i vari costruttori di vetture "small" e di city car in particolare si sono modificate o quantomeno allargate. Tra gli specialisti del settore si iscrive di diritto, ad esempio, la Mazda con la nuova Mazda2. Si presenta con le misure d'ingombre note: 3,90 mt di lunghezza, 1,70 di larghezza e 1,48 di altezza, dati che accomunano la carrozzeria a 3 e 5 porte, ma con un aspetto ancora più piacevole. Questo grazie ad un frontale più incisivo dove domina la grande calandra a trapezio rovesciato e griglia nera a nido d'ape sotto il fascione protettivo. Novità anche nel disegno delle ruote in lega da 16" e in acciaio da 15". Le versioni Sport aggiungono poi un pizzico di grinta in più con le appendici aerodinamiche laterali e lo spoiler posteriore. Qualche cambiamento in meglio anche all'interno specie nella plancia, nella strumentazione, nei sedili e nella scelta dei materiali. Si accentua così l'eleganza dell'insieme e la sensazione di una maggior qualità complessiva. I cinque motori, diesel e benzina, sono stati sottoposti ad una cura di efficienza, guadagnandone in minori consumi ed emissioni. Quello a benzina d'ingresso, un 1300 cc da 75 CV richiede 5,8 litri di benzina per 100 km e abbatte le emissioni di CO2 a 119 g/km; la velocità massima è di 168 km/h per un'accelerazione di 14,9 secondi nello 0-100. Viene proposto anche con potenza portata a 84 CV con lievi incrementi di prestazioni e consumi. Anima, in particolare, la carrozzeria a tre porte che si trasforma in un piccolo coupé urbano che sembra fatto apposta per un pubblico giovane e femminile. Segue un 1500 cc, anche con cambio automatico a quattro rapporti, invece del manuale a 5 marce, che fornisce 102 CV per prestazioni decisamente interessanti pari a 188 km/h (170 automatico) 10,7/11,9 secondi nello 0-100 e consumi medi tra 5,8 e 6,3 l/100 km. La clientela di riferimento non può che essere quella della giovane famiglia. L'immancabile diesel è un 1600 cc da 95 CV, 175 km/h, 11,5 secondi e quindi particolarmente brillante nella dinamica di marcia grazie anche alla coppia di 205 Nm tra 1750 e 3000 giri. Su strada danno un sostanziale contributo anche le sospensioni a loro volta rivisitate per una maggior aderenza all'asfalto e un più efficace assorbimento delle irregolarità del fondo. La gamma esatta per il mercato italiano sarà definita al momento del lancio programmata per marzo 2011; allora conosceremo anche i prezzi per i quali si può ipotizzare un ingresso a 15.000 euro e un top a 20.000 euro circa.