Mercato Italiano Agosto

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 02 Settembre 2011. nella categoria Economia

I dati relativi alle immatricolazioni del mese di agosto e dei primi otto mesi dell’anno comunicati dal Ministero dei Trasporti non possono che confermare la preoccupante situazione economica generale e del settore dell’auto in particolare appesantito dalle nuove imposizioni fiscali e dal lievitare di tutti i costi legati all’acquisto ed all’uso dell’auto.

Mercato Italiano Agosto
I dati relativi alle immatricolazioni del mese di agosto e dei primi otto mesi dell’anno comunicati dal Ministero dei Trasporti non possono che confermare la preoccupante situazione economica generale e del settore dell’auto in particolare appesantito dalle nuove imposizioni fiscali e dal lievitare di tutti i costi legati all’acquisto ed all’uso dell’auto. Le 70.307 immatricolazioni registrate in agosto segnano un incremento dell’1,5% rispetto all’agosto dello scorso anno, ma va ricordato che, a sua volta, quel mese aveva registrato una flessione di oltre il 19% rispetto al 2009. A questo si aggiunge una raccolta d’ordini che scende del 3% (meno di 70.000) il valore più basso, per lo stesso mese, degli ultimi 13 anni. Sempre più che negativo il dato generale che nel periodo gennaio-agosto porta le vendite totali a 1.222.431 unità, con un calo del 12%. Una sommaria analisi di dettaglio vede, negli otto mesi considerati, la quota del Gruppo Fiat perdere il 16% scendendo da 427.100 a 358.396 con il marchio Fiat che cede il 22,22%, Alfa Romeo in positivo del 26,94% e Lancia che contiene le perdite al 7,98%. Sono in sofferenza il Gruppo PSA (- 24,8%), Ford (- 21,9%), GM (- 9,3%), Renault (- 18,4%) ma con Dacia in positivo (+15,7%), Gruppo Daimler (- 7,5%), Gruppo Toyota - 11,1%), Gruppo Jaguar/Land Rover (- 17,7%), Honda (- 22,5%), Gruppo Chrysler (- 2,5%), Mazda (- 39,9%), Subaru (- 4,8%). E’ in leggera crescita (+ 1,9%) il Gruppo Volkswagen, mentre ben più cospicuo è il guadagno del Gruppo BMW-Mini (+11,4%), di Nissan (+ 19,2%), Hyundai-Kia (+ 9,9%), Volvo (+ 4,5%), Mitsubishi (+76,6%) e, su numeri meno importanti, ma significativi per la tendenza, SSangYong (+ 66,9%).