NISSAN ZEOD RC PER LE MANS 2014

Di Paolo Pirovano Pubblicato Mercoledì, 03 Luglio 2013. nella categoria Ecologia, Sport

L'auto elettrica si prepara per la maratona francese del prossimo anno.

NISSAN ZEOD RC PER LE MANS 2014

In occasione della 24 ore di Le Mans che prenderà il via sabato alle ore 15, Nissan ha presentato un rivoluzionario prototipo elettrico che, nelle intenzioni della casa giapponese, debutterà nella maratona francese del prossimo anno.

Su chiama ZEOD RC (Zero Emission On Demand Racing Car) ed è l’auto elettrica da corsa più veloce al mondo con una velocità massima stimata di 300 km/h sui lunghi rettilinei del circuito. Abbina un motore termico a delle unità elettriche  e occuperà il box numero “56”, quello che viene riservato dall’organizzazione dell’ACO (Automobile Club de l’Ouest), ai modelli sperimentali che sviluppano nuove tecnologie con particolare attenzione ai consumi ed alle emissioni.

Il progetto è gestito da Nissan/Nismo e sono coinvolti tecnici in tutto il mondo per trovare la soluzione più adatta per affrontare una gara così impegnativa. La squadra dei designer è capeggiata da Ben Bowlby, già ideatore e progettista del concept Nissan DeltaWing nel 2012  a cui chiaramente si ispira.

Con il sistema ‘Zero Emission On Demand’, il pilota può scegliere di passare dall’alimentazione elettrica alla benzina e viceversa e le tecnologie messe a punto su ZEOD RC saranno la base delle future innovazioni per i modelli stradali di Nissan. Il primo problema da affrontare sarà quello dell’autonomia dato che le batterie elettriche attuali non forniscono una capacità di stoccaggio sufficiente ad avere energia per un’intera gara di Le Mans.

La ZEOD RC non è la prima auto da competizione elettrica. Nel 2011 è stata lanciata la Leaf RC un prototipo alimentato dallo stesso motore elettrico da 107 CV della versione stradale.

I collaudi inizieranno quest’estate. All'edizione 2013 della 24 Ore di Le Mans 24 Nissan punta alla vittoria in classe LMP2 grazie ai motori forniti a 15 su 22 vetture partecipanti. Inoltre la casa giapponese valuta anche un ritorno a Le Mans anche nella classe LMP1 che dal prossimo anno avrà un nuovo regolamento.