OPEL ASTRA BiTurbo

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 03 Agosto 2012. nella categoria Fari Puntati

Continuano le novità per la Astra, modello centrale della gamma Opel.

OPEL ASTRA BiTurbo
Continuano le novità per la Astra, modello centrale della gamma Opel. L’ultima, attesa per l’inizio del prossimo anno, è l’introduzione della motorizzazione diesel BiTurbo, la stessa già montata sulla Insignia, disponibile per le varianti berlina a 5 porte e station wagon. Il motore è il 2.000 cc CDTI da 195 CV e 400 Nm che utilizza un doppio turbo sequenziale a due stadi di compressione ed èabbinato al cambio manuale o automatico a 6 rapporti. Le altre modifiche tecniche riguardano l'assetto, opportunamente ribassato, l'adozione di nuove sospensioni e l'asse posteriore rivisto per ridurre il rollio. Le prestazioni salgono a 226 (berlina) e 222  km/h (station wagon ) di velocità massima mentre i consumi, grazie all’adozione del sistema Start&Stop e ad altri interventi mirati, sono stimati in 5,1 l/100 km. Esternamente la Astra BiTurbo si distingue per la barra trasversale al centro della calandra dello stesso colore della carrozzeria, per il design specifico della presa d'aria nel paraurti, per i bordi dei finestrini cromati, per il paraurti posteriore più aggressivo e per i due terminali di scarico. L’abitacolo si caratterizza per i rivestimenti color Jet Black con cuciture rosse e per il volante sportivo in pelle. Più che completa infine la dotazione di sicurezza con il sistema Opel Eye di seconda generazione, il lane departure warning, indicatore della distanza di sicurezza, forward collision alert e la telecamera posteriore, oltre ai fari bi-xeno Afl+ con funzione “cornering”. I prezzi verranno comunicati in prossimità della commercializzazione.