OPEL CASCADA

Di motorpad.it Pubblicato Martedì, 26 Marzo 2013. nella categoria Secondo noi

Opel ha sempre avuto una tradizione nel mondo delle cabrio.

OPEL CASCADA
Opel ha sempre avuto una tradizione nel mondo delle cabrio. Dopo le esperienze della Kadett e delle generazioni Astra arriva la Cascada che cambia completamente il segmento di riferimento. Infatti passa dalle vetture compatte a quelle medie, in pratica non è la versione scoperta della Astra ma va a competere nel più difficile terreno delle Mercedes Classe E, Audi A5, Bmw Serie 3. Una conferma del continuo rinnovamento della casa che, dopo Insigna, Mokka, Adam, cerca spazio in segmenti di prestigio dove finora non era mai stata presente. La Cascada è una Cabriolet con tetto in tela lunga 4,70 mt (+23 cm rispetto alla Astra Twin Top) capace di ospitare quattro persone comodamente sedute con un bagagliaio, a capote chiusa, di 380 lt che diventano 280 con il tetto ripiegato. Come le altre Opel adotta anch’essa il sistema di abbattimento dei sedili FlexFold che dilata il vano di carico fino a 750 lt e mette a disposizione una superficie lunga 1,80 mt.   La scelta del Soft Top al posto del tetto rigido è stata preferita per risparmiare peso e per lasciare una soluzione con maggior possibilità di sfruttamento nel corso dell’anno e sempre attuale e alla moda. La capote si apre elettricamente in 17 secondi e l’operazione si può effettuare anche in movimento entro i 50 km/h oppure a vettura ferma attraverso il telecomando della chiave. Il lavoro sul tetto in tela è di alto livello soprattutto per i due punti fondamentali, quello dell’isolamento acustico e quello termico e per la struttura sono utilizzati profili di alluminio e magnesio con un peso di soli 50 kg. A richiesta si può avere un ulteriore livello di isolamento acustico (Acoustic Roof Top) disponibile in tre colori: Nero, marrone Sweet Mokka e rosso Malbec.   All’interno, a seconda dei livelli di allestimento troviamo sedili in pelle termo riflettente (non accumulano il calore se l’auto viene lasciata aperta) e ventilati, volante riscaldato, sedili riscaldati anche in fase di parcheggio e due differenti deflettori a seconda del numero di occupanti a garantire il massimo del comfort. Sempre molto bello e gentile il porgi cintura di sicurezza elettrico. In Italia sono quasi tutti di serie e l’unica versione è il top di gamma Cosmo.   Ricca anche la lista dei sistemi di sicurezza con i fari anteriori adattativi, le luci diurne a led anteriori e quelle posteriori sempre a led ma senza interruzione di continuità, il riconoscimento dei segnali stradali, l’avviso di superamento della corsia, il blind spot alert, i roll bar dietro i sedili posteriori che si attivano in pochi millesimi di secondo in caso di ribaltamento.   Sull’asse anteriore, Cascada monta sospensioni HiPerStrut (High Performance Strut), sviluppate per Insignia OPC che separa le funzioni di smorzamento e di sterzata, garantendo una trazione ottimale e massima precisione nelle curve. L’assetto propone tre differenti impostazioni dell’assetto (Standard, Tour e Sport) adattandosi alle diverse condizioni della strada e stili di guida.   Con la Cascada debutta il nuovo motore a benzina 1.6 SIDI Turbo ad iniezione diretta da 170 CV con 260 NM di coppia disponibile per il 90% già a 1.650 giri/min con consumi dichiarati di 6,3 l/100 km e emissioni di CO2 di 148 g/km. A disposizione un altro benzina il 1.4 turbo da 120 CV e due diesel il 2.0 CDTI turbo da 165 CV ed il biturbo da 195.   I prezzi sono di 29.400 e di 32.400 euro per le motorizzazioni a benzina e di 32.400 e 34.400 per i diesel.