Perché signor Sindaco?

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 25 Novembre 2011. nella categoria Fari Puntati

Non appena eletto il nuovo Sindaco di Milano Pisapia ritenne utile concedersi la dichiarazione di rito che, in queste occasioni, suona e suonava più o meno così: “…sarò il Sindaco di tutti”.

Perché signor Sindaco?
Non appena eletto il nuovo Sindaco di Milano Pisapia ritenne utile concedersi la dichiarazione di rito che, in queste occasioni, suona e suonava più o meno così: “…sarò il Sindaco di tutti”. Ne fummo lieti, ancorché non troppo persuasi e i fatti ci stanno dando ragione. Premesso infatti che io e una moltitudine di cittadini di Milano con l’auto viviamo, e premesso che allo stato attuale le alternative per una seria mobilità urbana e individuale si riducono a qualche bicicletta offerta a noleggio a fronte di un innalzamento delle tariffe dei mezzi pubblici (!) chiedo al Sindaco: ma Lei non è anche Sindaco dei milanesi che vogliono legittimamente, o sono costretti, ad usare l’auto? Perché questo accanimento e tutta questa demagogia intorno all’auto, pregiudizialmente intesa e trattata come colpevole di ogni nefandezza?. Perché il cittadino automobilista è considerato come minimo un deficiente se non addirittura un criminale per il semplice fatto di possedere un’automobile? Perchè Lei e il suo giovane Assessore che gioca a fare il primo della classe vi ostinate a scaricare sull’auto colpe che non le appartengono in materia di inquinamento al quale in realtà non concorre per non più del 5%? Perché pensa che la congestione da traffico dipenda solo e sempre dall’auto e non invece, quantomeno in gran parte, dagli ostacoli posti da una serie infinita di cantieri che alzano barriere in ogni angolo e di lavori totalmente scoordinati che non finiscono mai? Perché noi automobilisti siamo buoni solo come soggetti da rapinare senza ritegno e imprigionati ora anche in una ragnatela di striscie blu che a nulla servono se non a mettere le mani nelle nostre tasche e a paralizzare la città? Non le viene il sospetto che l’ultima trovata annunciata dei 30 km orari sia addirittura controproducente per gli effetti che si propone causando ulteriore congestione e scarichi più deleteri in quanto i motori saranno costretti a girare a regimi assurdi? Si informi meglio e vedrà che c’è sicuramente molto da rivedere. Quando vuole possiamo parlarne. Ma temo che non vorrà essere anche il Sindaco dei milanesi automobilisti.