PEUGEOT 2008

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 22 Febbraio 2013. nella categoria Salone di Ginevra 2013

Il crossover urbano 2008 e una decisa offensiva ambientale sono i punti focali della presenza Peugeot al Salone di Ginevra.

PEUGEOT 2008
Il crossover urbano 2008 e una decisa offensiva ambientale sono i punti focali della presenza Peugeot al Salone di Ginevra. Del nuovo modello il costruttore evidenzia in primo luogo la sua vocazione “mondiale”. Vuole cioè inserirsi in quel filone di prodotti destinati alla più larga diffusione su tutti i mercati dell’export in virtù della sua versatilità, della novità stilistica che propone e della affidabilità della parte meccanica che deriva dalla berlina d’origine, cioè il più recente successo della casa del Leone, la 208.   Lunga solo 4,19 mt e larga 1.74 mtla 2008 punta in primo luogo su un aspetto piacevole e su una carrozzeria rialzata che consente passaggi sicuri anche sui terreni sconnessi. In queste di marcia viene un surplus di dinamismo e sicurezza dalla presenza della tecnologia Grip Control. Sono disegnati con tratti atletici e sportiveggianti il frontale con i nuovi gruppi ottici, i passaruota e la fiancata dove spiccano anche ruote da 17”. Il padiglione presenta una curva dinamica che trae ispirazione dalla RCZ. Ampia la superficie vetrata.    La parte posteriore apre sulla grande disponibilità di spazio interno in rapporto agli ingombri, e questo grazie alla forma originale e all’intelligente organizzazione dell’abitacolo da organizzare secondo necessità. Il bagagliaio offre un volume utile da 360 a 1.193 dmc di cui 22 sotto il piano di carico.   E’ leggermente sopraelevato anche il posto di guida con la relativa strumentazione e pannello touch screen. Tra le dotazioni aiutano il pilota anche il Park e l’Hill Assist.   I motori concorrono concretamente alla salva guardia ambientale con l’elevato grado di efficienza che abbatte i consumi e le emissioni. Quelli a benzina, con in evidenza i nuovi 3 cilindri anche turbo di 1.200 cc hanno potenze di 82, 110 e 130 CV e il 1.600 cc ne eroga 120. Le emissioni partono da 99 CV.   Per i diesel si parte da un 1.400 cc da 68 CV e seguono due 1.600 cc rispettivamente da 92 e 116 CV; in questo caso le emissioni di CO2 partono da 98  g/km. Tutti sono dotati di Start&Stop.   Nel quadro dello sviluppo del Polo Hybrid la 2008 non mancherà inoltre di adottare anche la tecnologia Hybrid Air con tre modalità d’uso: Aria (ZEV, zero emissioni, solo elettrica), Benzina e Combinata.