PORSCHE

Di motorpad.it Pubblicato Mercoledì, 23 Marzo 2011. nella categoria Salone di Ginevra 2011

È il momento dell’ammiraglia supersportiva di Porsche, la Panamera, di dotarsi di un motore ibrido, lo stesso utilizzato sin dallo scorso anno anche sulla SUV Cayenne.

È il momento dell’ammiraglia supersportiva di Porsche, la Panamera, di dotarsi di un motore ibrido, lo stesso utilizzato sin dallo scorso anno anche sulla SUV Cayenne. Accoppia un V6 di 3 litri a benzina da 333 CV ad una unità elettrica da 34 kw alimentata da batterie con celle al nichel alloggiate nella parte posteriore della vettura. Da vera Porsche ha la trazione posteriore e cambio Tiptronic s a otto rapporti. Trattandosi di un full hybrid la Panamera si può muovere solo con alimentazione elettrica ma per poco meno di due chilometri fino alla velocità massima di 85 all’ora. I veri vantaggi sono nei consumi con un dato di omologazione di 6,8 litri per 100 km nel ciclo misto e 159 grammi di C02 emessa. Il tutto senza intaccare le prestazioni che rimangono nell’ordine dei 270 orari come velocità di punta e sei secondi nello 0-100. Già stabilito il prezzo per la Hybrid in Germania fissato in 106.000 euro Debutto europeo per la seconda proposta ibrida di Stoccarda, la 918 che sviluppa questi concetti in chiave sportiva e prestazionale. Viene definita in Porsche come laboratorio per le corse ed è sviluppata intorno al motore V8 di 3.4 litri montato in posizione centrale. Ai 563 CV si devono aggiungere 150 kw sviluppati dai due motori elettrici posti sulle ruote anteriori che vengono ricaricati attraverso la fase di frenata la cui l’energia viene accumulata in un volano. Una volta caricato, il pilota, attraverso un pulsante, ha a disposizione questo “surplus” di cavalli per 8 secondi. Per ora è un esemplare unico.
PORSCHE