PORSCHE 918 RSR HYBRID

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 14 Gennaio 2011. nella categoria Salone di Detroit 2011

La Porsche 918 RSR Hybrid presentata all’ultimo Salone di Detroit ha introdotto il concetto del motore ibrido tra le auto supersportive.

La Porsche 918 RSR Hybrid presentata all’ultimo Salone di Detroit ha introdotto il concetto del motore ibrido tra le auto supersportive. E’ stata studiata per essere una vettura laboratorio su cui sperimentare soluzioni da impiegare nelle gare. Tutto si basa sull’esclusivo ed innovativo propulsore che abbina un motore V8 di 3,4 litri derivato direttamente dalle competizioni (è quello che equipaggiava le RS Spyder che hanno dominato la ALMS Series negli scorsi anni), montato in posizione centrale con una potenza di 563 CV a 10.300 giri. Viene abbinato a due motori elettrici che aggiungono altri 150 kW che vengono trasmessi per un massimo di 8 secondi sull’asse anteriore. Il percorso di studi per arrivare alla 918 RSR Hybrid è iniziato lo scorso anno con la 911 GT3 R Hybri dove ha sfiorato la vittoria nella 24 Ore del Nurburgring che si corre sul tracciato completo e non su quello ridotto. Il passo successivo è stato presentato al Salone di Ginevra con la 918 Spyder Hybrid che già conteneva molti degli elementi presenti sulla versione coupè. Infine è giusto che Porsche dedichi un richiamo particolare alla sua lunga storia di gare automobilistiche. Il numero 22 sulle portiere e sul cofano ricorda i 40 anni della vittoria alla 24 ore di Le Mans 1971 della mitica 917 K (coda corta) nei colori Martini. Guidata dall’equipaggio Helmut Marko – Gijs van Lennep in quell’occasione stabilì il record di chilometri percorsi, 5.335 per la precisione alla media di 222,304 kmh, rimasto imbattuto per ben 39 anni. Anche in questo caso si trattava di una vettura speciale visto che utilizzava un telaio in magnesio per ridurre al massimo il peso.
PORSCHE 918 RSR HYBRID