PORSCHE BOXSTER

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 13 Gennaio 2012. nella categoria Anteprima

Ancora non si sono spenti gli echi del Salone di Detroit, dove Porsche ha presentato in anteprima mondiale la nuova 911 Cabrio, che subito arriva un’altra novità.

PORSCHE BOXSTER
Ancora non si sono spenti gli echi del Salone di Detroit, dove Porsche ha presentato in anteprima mondiale la nuova 911 Cabrio, che subito arriva un’altra novità. E si tratta di qualcosa di importante perché la Boxster, modello d’ingresso dell’universo di Stoccarda, cambia completamente e si rinnova in tutte le sue parti. La terza generazione del modello conferma lo schema che l’ha resa famosa finora ovvero una spider due posti secchi con il classico 6 cilindri boxer montato in posizione centrale. Solo questo rimane se la confrontiamo con i modelli che l’hanno preceduta, perché tutto il resto è inedito, a partire dal pianale di nuova progettazione con un passo più lungo, ma che ha consentito di guadagnare kg preziosi. Aumentano le carreggiate e l’aspetto e l’impronta a terra sicuramente guadagna in aggressività e sportività, merito del frontale ridisegnato, dove rimangono le due prese d’aria laterali, e del parabrezza molto inclinato. Come detto alle spalle del pilota troviamo un 6 cilindri boxer con iniezione diretta di benzina, in due differenti cilindrate. La Boxster “entry level” adotterà un 2,7 litri con una potenza di 265 CV, (10 in più del modello precedente che però era di 2,9 litri) e garantisce uno scatto da 0-100 in 5,7 secondi. La versione più potente porta la sigla “S” e sale a 3400 cc. per 315 CV (5 in più di prima) e per arrivare a 100 km/h bastano 5 secondi. Entrambi i propulsori hanno la funzione Stop/Start di serie e sono abbinati ad un cambio manuale a sei rapporti. In alternativa tra gli optional c’è il doppia frizione a sette marce PDK (Porsche Doppelkupplungsgetriebe) che non solo permette di cambiare in tempi ridotti e di raggiungere quei valori di cui sopra, ma ha un ruolo importante nella riduzione dei consumi. Infatti la casa dichiara per la Boxster solo 7,7 l/100 km mentre la S necessita di 8,0 l/100km, in pratica una riduzione di oltre il 15%, La capote rimane in tela ma viene modificato il sistema di apertura mentre sono interamente ridisegnati gli interni ispirati a quelli della 911 o ancora di più a quelli della Carrera GT, soprattutto nella parte della consolle centrale. Per la prima volta inoltre si potrà montare il Porsche Torque Vectoring che lavora come un differenziale meccanico e trasferisce la coppia tra le due ruote motrici migliorando così tenuta di strada e trazione. Sempre nella lunga lista degli optional lo Sport Chrono Package. La nuova Boxster verrà mostrata al pubblico in occasione del Salone di Ginevra a marzo ma come tradizione sono già stati resi noti i prezzi che partono da appena sotto i 50.000 euro per la 2,7 mentre per la 3,4 si inizia da 60.000. Ultima considerazione: non ci vorrà molto per condividere alcune di queste novità, almeno sul piano motoristico, con la Cayman.