RENAULT CLIO SPORTER

Di motorpad.it Pubblicato Giovedì, 28 Febbraio 2013. nella categoria Secondo noi

Ci sono modelli che si prestano facilmente ad una efficace descrizione di sintesi.

RENAULT CLIO SPORTER
Ci sono modelli che si prestano facilmente ad una efficace descrizione di sintesi. Non perché ci siano poche cose da dettagliare, ma perché esprimono subito e chiaramente quello che propongono in immagine, stile e contenuti generali. E’ il caso della Clio Sporter che si presenta così: personalità da coupè, spazio di una wagon e innovazione per tutti. Concetti immediata percezione in questa nuova versione della Clio che interpreta al meglio, sul piano formale, i nuovi codici stilistici di Renault applicati ad una station wagon compatta (4,27 mt di lunghezza, 1,73 di larghezza e 1,45 di altezza) ottenendo il risultato di proporre quella che a tutti gli effetti è una 5 porte vera, ma con il dinamismo di una coupé: quasi quanto e più della Clio berlina in parallelo alla quale questa Sporter si è sviluppata. Le numerose personalizzazioni possibili sono poi un altro elemento dell’immagine sportiva e giovane del modello che si accentua con un allestimento che è tutto una strizzata d’occhio alla “e-generation” che vive in eterno collegamento con il mondo esterno fatto di interconnessioni, tablet, schermi touch screen, navigatori, musiche e APP scaricabili dal PC e cose simili che probabilmente creeranno qualche  iniziale “imbarazzo”, ai padri, ma di certo entusiasmeranno i figli.  Di una SW va però valutato anche e forse soprattutto l’aspetto di funzionalità e versatilità d’uso. Ed ecco allora una zona destinata al carico che presenta un bagagliaio da 443 dmc utili con tutti posti occupati (capacità che non viene raggiunta da molte berline anche di segmento superiore) e che può dilatarsi fino a 1.380 dmc per una lunghezza anche di 2,48 mt. Ce ne vuole davvero tanta di roba per riempirlo.   La sostanza tecnica parte dalle quattro motorizzazioni disponibili delle quali il minimo che si può dire è che sono una garanzia di affidabilità date le prove che già forniscono su altri modelli della marca e del gruppo, In particolare si tratta di due benzina, rispettivamente di 1.200 cc da 75 CV e 900  cc tre cilindri da 90 CV con Start/Stop e due diesel dCi di 1.500  cc da 75 e 90 CV.   I primi promettono un consumo medio di 5,5 l/100 km che scendono a 4,5 per il moderno tre cilindri; la velocità massima è indicata in 167 e 182 km/h e l’accelerazione da 0 a 100 km/h in 14,5 e 12,2 secondi. Per i diesel si dichiarano 3,6 l/100 km nei due casi e con emissioni di CO2 a 93 g/km, mentre le prestazioni velocistiche e di accelerazione sono di 168 e 178 km/h e 14,3 e 11,6 secondi. Prezzi: 13.350 - 16.700 - 16.000 e 18.350 euro.