SUBARU TREZIA

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 04 Febbraio 2011. nella categoria Secondo noi

All'anagrafe è registrata come Subaru Trezia (pare che il nome sia una contrazione dall'inglese" treasure" che significa tesoro) ed è il primo modello della casa delle Pleiadi che nasce con la sola trazione anteriore, rinunciando alla trazione integrale che è una delle "specialità" di Subaru.

SUBARU TREZIA
All'anagrafe è registrata come Subaru Trezia (pare che il nome sia una contrazione dall'inglese" treasure" che significa tesoro) ed è il primo modello della casa delle Pleiadi che nasce con la sola trazione anteriore, rinunciando alla trazione integrale che è una delle "specialità" di Subaru. La cosa ha la sua spiegazione nel fatto che Subaru è ormai nell'orbita di Toyota e quindi tutto parte dalla nuova Verso-S presentata a fine gennaio. Due le cose importanti: i vantaggi che derivano al modello (e quindi chi lo acquisterà) dall'appartenenza al grande gruppo mondiale delle Tre Ellissi e le opportunità per Subaru di entrare a vele spiegate in un settore, quello delle monovolume compatte (3,99 mt di lunghezza) in forte espansione e nel quale era sempre stata assente. Ovviamente non si tratta di una semplice operazione di duplicazione di modello e in Subaru parlano di un centinaio di tecnici che si sono impegnati per le necessarie modifiche estetiche e per le specifiche tecniche e l'intervento più evidente riguarda la "faccia" con una calandra che colloca con chiarezza il veicolo nella famiglia. A questo si aggiungono i gruppi ottici anteriori e posteriori, i fendinebbia, il paraurti e il parafango anteriore, i copricerchi e la finitura posteriore. Altri dettagli riguardano gli allestimenti. Lo sfruttamento dello spazio interno, quanto mai razionale e versatile, e la meccanica riprendono appieno le soluzioni comuni al modello Toyota e quindi anche la Trezia si raccomanda per la versatilità, per la capacità di carico su vano a doppio fondo che può arrivare a 862 dmc utili e per il confort che può offrire agli occupanti. A maggior ragione sono di grande affidabilità i motori Euro5 che sono un 1.300 cc a benzina da 99 CV che denuncia un consumo medio di 5,5 l/100 km e un turbodiesel 1.400 cc da 90 CV che richiede 4,3 litri di gasolio ogni 100 km sui percorsi misti. In alternativa al cambio manuale a sei rapporti e un automatico in alternativa solo per il diesel. Le velocità massime si fissano, rispettivamente, a 170 e 175 km/h. Più che soddisfacente, nelle tre versioni proposte Confort, Trend ed Exclusive, la dotazione di serie relativamente a sicurezza, confort e intrattenimento che parte con i sistemi elettronici di controllo alla frenata, alla stabilità ed alla trazione insieme, tra l'altro, al climatizzatore, ai sedili ribaltabili in rapporto 60/40, agli specchietti elettrici riscaldabili, all'airbag per le ginocchia del pilota più quelli perimetrali, e ad un completo apparato radio CD. I prezzi vanno da 15.980 a 17.180 euro per la versione a benzina e da 17.980 a 21.480 per quella diesel.