TEST FRENATA SUI PNEUMATICI ESTIVI

Di Marcello Pirovano Pubblicato Domenica, 28 Luglio 2013. nella categoria Tecnica/Tecnologia

Ogni stagione ha le sue gomme necessarie per la sicurezza.

TEST FRENATA SUI PNEUMATICI ESTIVI

Forse, non tutti gli automobilisti sanno che, come in inverno il miglior equipaggiamento per circolare è dotarsi di pneumatici invernali, così in estate, è meglio in termini di prestazioni, consumi e sicurezza, circolare con gomme estive.

Risulta in fortissima crescita la percentuale di pneumatici invernali ancora montati  nel periodo dei controlli, la seconda decade di giugno, con una quota media del l’11,38%, con punte del 22,5% in Abruzzo. 

Un test organizzato da Assogomma e Federpneus ha dimostrato come con temperature calde,  il pneumatico estivo riduce lo spazio di frenata su asfalto asciutto fino al 25% rispetto all'omologo invernale, mentre su bagnato la differenza di spazio di frenata arriva fino al 18%.

Sono state anche rilevate vetture che montavano un equipaggiamento misto, cioè due gomme invernali sull'asse anteriore e due estive al posteriore.

Si tratta di una configurazione  sconsigliata non solo dalle case costruttrici, ma anche dalla Direttiva ministeriale del 16 gennaio 2013 che obbliga a “impiegare un equipaggiamento omogeneo su tutte le ruote al fine di conseguire condizioni uniformi di aderenza sul fondo stradale».

Assogomma e Federpneus consigliano sempre, e a maggior ragione in occasione delle partenze estive e di lunghi viaggi, una visita presso un Rivenditore specialista: sono oltre 5.000 in Italia i professionisti presso cui è possibile gonfiare i pneumatici ed effettuare gratuitamente un controllo visivo sullo stato dei pneumatici.

E’ bene rammentare anche di ripristinare la pressione anche della ruota di scorta e di far controllare lo stato dei pneumatici di roulotte, carrelli appendice e camper che spesso sono stati fermi a lungo e che possono presentare oltre ad un classico sottogonfiaggio, anche deformazioni permanenti  delle gomme.