TOYOTA AURIS

Di motorpad.it Pubblicato Mercoledì, 12 Dicembre 2012. nella categoria Secondo noi

Sono stati i primi a crederci e ad investire in ricerca, sviluppo e soprattutto, in allargamento dell’offerta di sempre nuovi modelli.

TOYOTA AURIS
Sono stati i primi a crederci e ad investire in ricerca, sviluppo e soprattutto, in allargamento dell’offerta di sempre nuovi modelli. Parliamo della Toyota (e naturalmente anche di Lexus) che ha fatto dell’ibrido uno dei suoi punti di forza e di grande caratterizzazione. Lo provano gli oltre 4 milioni di auto ibride dei due marchi che già circolano nel mondo suddivisi in una ventina di modelli e ai quali si aggiunge ora la seconda generazione dell’Auris Hybrid.   Ci contiamo davvero molto su questo modello, tanto da proporsi un traguardo davvero ambizioso: “Un’Auris su due ad alimentazione ibrida”, questa la dichiarazione e l’impegno del Presidente di Toyota Italia Massimo Gargano. E, per riuscirci, ci ha messo anche un interessante “invito” e cioè una promozione valida tre mesi grazie alla quale il prezzo di listino scende da 22.000 a 17.900 euro.   Ma è ora di raccontarla un po’ questa nuova Auris che porta con sé anche un notevole progresso estetico che non solo modernizza la linea, ma ne migliora l’aerodinamica; risultato ottenuto anche grazie ad un’altezza contenuta in 1,46 metri a fronte di un ingombro totale di 4,28 metri e una larghezza di 1,76. Ci si sta grandi e la funzionalità del bagagliaio (360 dmc di capacità) non è compromessa dalla presenza delle batterie. Sono quelle, ovviamente, che alimentano l’unità elettrica che assiste il 1.800 cc da 90 CV ai quali aggiunge altri 60 kW-82 CV per un totale combinato di 136 CV. Il cambio è a variazione continua E-CUT o manuale a 6 marce sulla versione con i classici motori termici a benzina di 1.300 cc da 99 CV e 1.600 cc da 132 CV oppure diesel di 1.400 cc da 90 CV e 2.000 cc da 124 CV.   Tornado all’Hybrid può essere guidata in modalità POWER per ricavarne le prestazioni più brillanti (180 km/h e 10,9 secondi da 0 a 100 km/h) o in modalità ECO per ottenere il massimo di contenimento dei consumi. Il Costruttore dichiara un 3,9 l/100 km un po’ ottimistico nell’uso reale sui percorsi misti, ma sempre molto convincente e confortante quando si fa il pieno. In modalità EV solo elettrica bisogna invece accontentarsi di 2 km di autonomia, ma a 50 km/h di velocità massima.