TOYOTA VERSO

Di motorpad.it Pubblicato Mercoledì, 20 Febbraio 2013. nella categoria VideoTest

Per un costruttore come Toyota la presenza all'interno del segmento C è fondamentale.

Per un costruttore come Toyota la presenza all'interno del segmento C è fondamentale. E' necessario, però, avere un'offerta di modelli ampia e completa e dopo la Auris, anche in verisone ibrida ed in attesa della versione station wagon è il turno della Verso, la monovolume compatta che si sottopone a qualcosa di più di un semplice restyling. Sono interessati, infatti, 470 componenti di cui il 60% visibili ed il restante relativo a migliorie tecniche.   A livello estetico il disegno di carrozzeria acquisisce il nuovo linguaggio stilistico di Toyota con il frontale più incisivo con la griglia trapezoidale ridisegnata con quella superiore divisa da una banda cromata, gli antinebbia ai lati del paraurti, la linea di cintura che sale fino al montante ed allo spoiler, le luci posteriori circolari. Cambiano le misure dove la larghezza arriva a 1 metro e 79 e l’altezza a 1 e 62  per una lunghezza di 4 e 46 e ne derivano evidenti vantaggi anche nel modo di stare sulla strada e nell’aerodinamica.   La grande praticità di manovra dei sedili Easy Flat consente, sulle tre file disponibili, ben 32 diverse posizioni di sfruttamento mettendo a disposizione fino a 7 posti o nella configurazione più comune, quella a 5 un bagagliaio di 440 lt.   Quattro i motori in gamma, 2 diesel e 2 benzina. Tra i primi c’è la novità di un 2.000 cc particolarmente interessante per il nostro mercato da 124 cavalli e una variante del  2.200 cc da 150 con  trasmissione automatica; per i benzina un 1.600 cc da 132 cavalli e di un 1.800 cc da 147.   In Italia arriverà ad aprile e per il momento è stato indicato il prezzo da cui partirà il listino riferito alla benzina 1.600 fissato in 20.950 euro.
TOYOTA VERSO