Villa d'Este 2011 BMW 328 Hommage

Di motorpad.it Pubblicato Martedì, 24 Maggio 2011. nella categoria Eventi

Tra gli eventi che hanno caratterizzato questa edizione del Concorso d’Eleganza Villa d’Este ha avuto grande risalto l’abbinamento che BMW, partner ufficiale della manifestazione, ha realizzato per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia idealmente collegate con l’omaggio ai 75 anni di quella che è stata considerata la vettura sportiva di maggior successo degli anni Trenta: la mitica 328 vincitrice, tra l’altro, della Mille Miglia.

Villa d'Este 2011<br/>BMW 328 Hommage
Tra gli eventi che hanno caratterizzato questa edizione del Concorso d’Eleganza Villa d’Este ha avuto grande risalto l’abbinamento che BMW, partner ufficiale della manifestazione, ha realizzato per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia idealmente collegate con l’omaggio ai 75 anni di quella che è stata considerata la vettura sportiva di maggior successo degli anni Trenta: la mitica 328 vincitrice, tra l’altro, della Mille Miglia. Per l’occasione gli stilisti di Monaco hanno realizzato una concept di vettura aperta che reinterpreta in chiave moderna ed assolutamente originale i principi che ispirarono allora - e continuano ad ispirare - la produzione di auto sportive: emozione, dinamismo, leggerezza e un elevato grado d’innovazione. Sono gli elementi che si ritrovano nella BMW 328 Hommage, il modello che Fritz Fiedler e Rudolf Schleicher hanno realizzato per la manifestazione e che solo il fatto di essere stato presentato fuori concorso ha impedito di vincerla. Fortemente espressiva ed elegante nel suo disegno la 328 Hommage interpreta la vettura aperta due posti, bassa ed aggressiva, con linee che trasmettono potenza ed eleganza. Essenziale nella sua forma a cuneo la vettura sembra pronta ad uno scatto in avanti. La fibra di carbonio sostituisce l’alluminio e il magnesio largamente utilizzati a suo tempo per la prestigiosa antenata e segna, come allora, un record di leggerezza per il modello prestandosi non solo ad una funzione strutturale, ma anche estetica. L’interno riprende con devota attenzione particolari e materiali nobili ripresi dallo sport automobilistico e dalle più celebrate roadster di sempre e riserva il massimo dell’attenzione al pilota e al copilota. Inimmaginabile che questa 328 Hommage diventi un modello concreto. Molto più realistico pensarla come fonte di ispirazione dalla quale attingere a piene mani per le sportive del futuro. E forse non solo in casa BMW.