VOLKSWAGEN MAGGIOLINO CABRIO

Di motorpad.it Pubblicato Martedì, 23 Aprile 2013. nella categoria VideoTest

La verità è che non ci può essere Maggiolino senza che al suo fianco non appaia la Cabriolet, è così sin dal 1949 quando apparve la prima versione.

La verità è che non ci può essere Maggiolino senza che al suo fianco non appaia la Cabriolet, è così sin dal 1949 quando apparve la prima versione. Una storia lunga 64 anni, una vera eternità per il mondo dell’automobile, ed anche la nuova generazione del Maggiolino rispetta le tradizioni con il suo modello Cabriolet e Walter de Silva con la sua squadra di specialisti rimane fedele ad un’immagine e ad una identità di marca che ha pochi eguali al mondo. La prima conferma è quella della simpatia con una filosofia di prodotto che si ritrova nella inconfondibile disegno di carrozzeria con l’immancabile capote in tela a comando elettrico che richiede solo 9,5 secondi per aprirsi e anche in corsa fino a 50 km/h. Si sta anche più comodi nelle dimensioni cresciute di 4,28 mt di lunghezza per 1,81 di larghezza e 2,54 di passa e avanza così spazio per 225 dmc di bagagliaio. Guadagna in eleganza e sportività con i 12 vestiti colorati che le hanno cucito addosso, ma straordinariamente chic nella livrea nera, e offre cinque versioni e tre modelli speciali ’50, ’60 ,  e ’70 Edition ognuna con richiami al modello di quel periodo. La personalizzazione continua con undici rivestimenti interni tra tessuto e pelle e dodici disegni di ruote. Per i motori garantisce la larga diffusione e l’affidabilità conquistata con utilizzo su molti modelli del Gruppo VW. Quelli a benzina hanno potenze di 105, 160 e 200 CV e i diesel di 105 e 140 CV; in questo modo ciascuno trova la giusta risposta si propri gusti, esigenze e tipo di guida. Un piacere da togliersi con prezzi che partono da 23.800 euro per la versione d’accesso 1.200 cc TSI da 105 CV in allestimento design e arrivano a 32.600 per la top di gamma 2.000 cc TDi da 140 CV DSG  Sport.
VOLKSWAGEN<br/>MAGGIOLINO CABRIO