VOLPE CITY CAR ELETTRICA

Di motorpad.it Pubblicato Venerdì, 01 Febbraio 2013. nella categoria Ecologia

Vive un avvio contrastato l’auto elettrica che, in ragione del prezzo d’acquisto elevato, della scarsezza dei punti di ricarica e dell’assenza di una politica di incentivazione alla ricerca, alla produzione ed all’autonomia ancora scarsa fornita dalle batterie, stenta davvero a decollare.

VOLPE <br/>CITY CAR ELETTRICA
Vive un avvio contrastato l’auto elettrica che, in ragione del prezzo d’acquisto elevato, della scarsezza dei punti di ricarica e dell’assenza di una politica di incentivazione alla ricerca, alla produzione ed all’autonomia ancora scarsa fornita dalle batterie, stenta davvero a decollare. Qualcuno però continua a crederci, anche fuori dalle grandi marche e ogni occasione è buona per presentare nuove proposte, specie in materia di city car pensate per snellire il traffico urbano, facilitare le possibilità di parcheggio e contribuire a migliorare l’aria delle nostre città.   Al kartodromo  PalaK di Cinisello Balsamo (Milano) ad esempio, è stata presentata la VOLPE, nome che non richiama la furba volpe delle favole e dei boschi, ma che è l’acronimo di Veicoli Originali Leggeri Privi di Emissioni, un’azienda italiana nata nel 2006.   Disegnata da Zagatocon un ingombro di soli 2,2 mt e una linea che sembra ispirata ad una Smart ancora più compatta, la Volpe dichiara un’autonomia di 340 km frutto della tecnologia “ranger extender” che consente la ricarica con alimentazione a gas naturale o benzina e di un motore elettrico da 4 kW e accoglie a bordo due persone sedute in tandem. La velocità massima è a codice, 48 km/h, si guida a 14 anni con il patentino e costa 8.500 euro