VOLVO più autonomia per l’auto elettrica

Di motorpad.it Pubblicato Giovedì, 14 Luglio 2011. nella categoria Ecologia

Continua l’impegno di Volvo nel campo delle tecnologie per l’auto elettrica.

VOLVO più autonomia per l’auto elettrica
Continua l’impegno di Volvo nel campo delle tecnologie per l’auto elettrica. Gli ultimi sviluppi hanno portato ad elaborate tre differenti “ soluzioni” per migliorare quello che è il punto debole dei veicoli così alimentati, cioè la scarsa autonomia offerta dalle attuali batterie. I progetti sono realizzati con il sostegno dell'Agenzia Svedese per l'Energia e dell’Unione Europea e verranno testati a partire dal 2012. Soluzione I: C30 Electric con Estensore di Autonomia collegato in serie. Si basa su una C30 Electric con motore endotermico a tre cilindri e 45 kW-60 CV installato sotto il pavimento del vano di carico posteriore; la vettura monta un serbatoio da 40 litri. Il motore endotermico è collegato a un generatore da 40 kW: la potenza erogata da quest'ultimo viene utilizzata per alimentare il motore elettrico da 82 kW-111 CV, ma si può anche scegliere di sfruttare il generatore per ricaricare la batteria. Soluzione II: C30 Electric con Estensore di Autonomia collegato in parallelo. La differenza fra questa opzione e quella precedente sta nel collegamento in parallelo, che fa sì che il motore turbo da 190 CV azioni primariamente le ruote posteriori. Utilizzando un generatore da 40 kW è inoltre possibile ricaricare la batteria per aumentare l'autonomia di percorrenza della vettura in modalità puramente elettrica. Anche in questo caso il motore elettrico è da 82 kW-111 CV e complessivamente le due fonti di potenza erogano più di 300 CV. Soluzione III: V60 con Estensore di Autonomia collegato in parallelo. Questa configurazione prevede che l'intero gruppo di trazione venga installato nella parte anteriore. Il motore elettrico da 82 kW-111 CV è integrato da un tre cilindri a benzina da 140 kW-190 CV, da una trasmissione automatica a due stadi e da un generatore da 40 kW. Fino ai 50 km/h, l'automobile funziona esclusivamente a energia elettrica. Il motore endotermico si attiva a velocità superiori e provvede anche, quando necessario, a ricaricare il pacco batterie. In tutti i casi, l’Estensore porta l’autonomia complessiva oltre i 1.000 km; un altro importante risultato è poi la riduzione dei livelli di CO2, sempre inferiori i 50 g/km.