Ford Mustang Shelby GT350 al Salone di Los Angeles

Di Marcello Pirovano Pubblicato Mercoledì, 19 Novembre 2014. nella categoria Anteprima

Ritorna, con la Ford Mustang Shelby GT350, un mito delle “muscle car” sportive americane al Salone di Los Angeles

Ford Mustang Shelby GT350 al Salone di Los Angeles

E' di certo una delle auto sportive più evocative ed emozionanti, specie per il pubblico americano, al Salone di Los Angeles. E  come nel 1965 quando apparve per la prima volta va a porsi al vertice della famiglia delle Ford Mustang. 

Parliamo della Mustang Shelby GT350 che di quella regina delle “muscle car” a stelle e strisce conserva stilemi e filosofia riproponendosi con il motore rigorosamente aspirato, il più potente di questo tipo mai sviluppato da Ford, un V8 di 5.200 cc ad albero piatto la cui potenza, non meglio precisata, è di oltre 500 CV e più di 500 Nm di coppia. Lo governano un cambio manuale a sei marce spaziate per il miglior sfruttamento della cavalleria disponibile in una curva di erogazione particolarmente ampia e un differenziale posteriore Torsen appositamente sviluppato.

Non sono al momento indicate le prestazioni velocistiche e di accelerazione, ma assicurano che la sonorità è parte integrante del piacere di guida.

Sul piano strutturale la rigidità è incrementata del 28%, sono state espressamente realizzate le sospensioni con ammortizzatori a gestione elettronica MagneRide, ridotta l’altezza da terra, allargate le carreggiate e adottati cerchi leggeri da 19” per pneumatici Michelelin Super Sport con mescola specifica e spalla rinforzata.

L’impianto frenante Brembo monta dischi da 394 mm davanti con pinze a 6 pistoncini e da 380 mm al posteriore con 4 pistoncini. Un ruolo fondamentale gioca l’aerodinamica, nell’ottica anche delle esigenze di raffreddamento.

L’alleggerimento del mezzo si avvale del tetto e del cofano in alluminio, ribassato anche nel disegno, mentre al posteriore si trova uno speciale diffusore.

Alcune appendici fisse accompagnano i passaruota allargati e, a richiesta, è disponibile il Track Pack con prese d’aria anche per l’olio motore e il cambio. All’interno il pilota (e il passeggero) dispone di sedili Recaro, volante sportivo con base tagliata, strumentazione più completa e di ben cinque diverse tarature per ABS, ESP, controllo di trazione, sevoassistenza, sospensioni e acceleratore e terminali di scarico.

Non vengono trascurati il confort e il collegamento con il mondo esterno affidati al climatizzatore automatico e al sistema MyFord  Touch con schermo da 8 pollici.

Carol Shelby è stato un pilota americano che ha gareggiato anche in Formula 1 con Maserati e Aston Martin nel 1958 e 1959 anno in cui vince anche una 24 Ore di Le Mans.

Interrotta la carriera agonistica per motivi di salute fonda la Shelby-American e produce la più veloce GT dell’epoca, la Cobra famosa anche per gli epici gli scontri con le Ferrari nelle gare di endurance.