Alfa Romeo B-Tech, novità di stile, allestimento e tecnica

20 set 2018 Silvia Pirovano
Alfa Romeo B-Tech, novità di stile, allestimento e tecnica

Ventata di stile e “cattiveria” in puro spirito Alfa Romeo per Giulia, Stelvio e Giulietta. Un’operazione che caratterizza ulteriormente i modelli in questione in rapporto anche alle importanti ambizioni internazionali e agli attacchi di una concorrenza sempre più ricca di proposte, specie sul versante dei SUV Premium e dell’ammiraglia.

Sulla Giulia, con la nuova serie speciale B-Tech, è del tutto evidente l’apparentamento con la versione Veloce dalla quale preleva particolari come il paraurti e i cerchi da 19” - che conquistano i 20” sulla Stelvio - cambiando i terminali di scarico. Mutano il trilobo del frontale, le calotte degli specchietti in nero lucido,e si introducono i gruppi ottici bi-xeno di serie. Entrano nella dotazione nuove tecnologie per la guida assistita e per un maggior confort di marcia e un più evoluto sistema di interconnessione con display da 8,8” con software Alfa Connect Service S con controllo remoto e Cruise Control adattivo.

Da questo processo di sviluppo non resta esclusa la Giulietta che si sforza di copiare le sorelle maggiori distinguendosi a sua volta con dettagli nero lucidi e badge bruniti, ruote da 18”, paraurti più aerodinamici e minigonne. Sono presenti anche il sistema Alfa Connect con schermo da 7” e l’utile telecamera posteriore; sarà infine possibile interfacciarsi con il software Mopar. Il sostanzioso pacchetto comporterà un supplemento di 1.500 euro rispetto all’allestimento Super.  

La Giulia B-Tech è disponibile con motore benzina 2.0 litri da 200 CV a 48.400 euro e turbodiesel 2.2 da 160 e 190 CV, quest’ultimo ance AWD Q4, rispettivamente a 46.400, 48.900 e 51.900 euro; tutti con cambio automatico a 8 rapporti con levette al volante.  La Stelvio B-Tech è offerta con motore benzina 2.0 Turbo da 200 e 280 CV abbinato al cambio AT8 e alla trazione integrale Q4 a 56.900 e 59.950 euro. Il turbodiesel è il 2.2 da 190 CV, a trazione posteriore oppure a AWD Q4 disponibile anche con potenza a 210 CV; anche in questo caso il cambio è l’AT8 e il listino muove da 55.150, a 57.650, a 58.650 euro. Infine la Giulietta B-Tech monta il 1.4 Turbo benzina da 120 CV a 27.950 euro e il diesel 1.6 JTDM, sempre da 120 CV, a 28.950 oppure a 30.950 con cambio a doppia frizione TCT.  

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Ford Focus ST, la sportiva di famiglia
Secondo noi

Ford Focus ST, la sportiva di famiglia

11 lug 2019 Paolo Sardi

Il lancio della quarta generazione della Ford Focus ha segnato nei mesi scorsi una vera rivoluzione nella storia del modello, che ora si rivolge a una clientela più giovane...

Continua
Marco Freschi, Groupe PSA
Intervista a

Marco Freschi, Groupe PSA

09 lug 2019 Paolo Pirovano

Puntata dedicata al Gruppo PSA e al lavoro che sta affrontando, sviluppando tutte le tecnologie a disposizione nel mondo dell’auto. In un momento di grande confusione...

Continua
Stefano Virgilio, Opel Grandland X
Intervista a

Stefano Virgilio, Opel Grandland X

03 lug 2019 Paolo Pirovano

La puntata vede protagonista Opel, che negli ultimi anni ha sviluppato una gamma completa di SUV, caratterizzati dalla lettera X, che hanno decisamente contribuito ai...

Continua