Volvo 360c concept, concorrenza diretta all’aereo

05 set 2018 motorpad.it
Volvo 360c concept, concorrenza diretta all’aereo

Le domande che pongono i ricercatori di Volvo Cars impegnati a fondo nello sviluppo dell’auto a guida autonoma, sono di quelle che fanno tremare le vene e i polsi: come è possibile percorrere lunghe distanze senza dover prendere l’aereo? Senza sottostare a tutte le procure di controllo, attese, paure di volare? In sostanza perché prendere l’aereo quando si potrebbe usare il proprio mezzo privato di prima classe e sempre collegato che viene a prelevarvi a domicilio e vi porta esattamente nel luogo di destinazione in tutta sicurezza risparmiando anche tempo? 

Le risposte potrebbero venire da quanto si propone di offrire la nuova 360c Concept, una vettura elettrica con tecnologia di guida senza conducente, che sfrutta al massimo la libertà stilistica e costruttiva consentita dall’assenza di elementi quali il volante e il motore endotermico, organizzando rivoluzionando l’abitacolo nel quale si realizzano quattro potenziali modalità di utilizzo per i veicoli con guida autonoma – come zona dedicata al riposo, ufficio mobile, salotto e spazio di intrattenimento, con in più un’idea per lo sviluppo di uno standard mondiale di comunicazione sicura fra i veicoli con guida autonoma e gli altri utilizzatori della strada.

La soluzione 360c si presta in modo particolare a risolver il problema dei voli nazionali con percorrenze attorno ai 300 km che potrebbero essere affrontati anche di notte beneficiando del massimo confort e di assoluta tranquillità e di arrivare a destinazione al mattino freschi e riposati. 

Oltre ad aprire l’accesso a nuovi gruppi di clienti potenziali per Volvo Cars, la 360c ha delle importanti implicazioni per il futuro dei viaggi, dell’attività urbanistica, della realizzazione di infrastrutture e dell’impatto sull’ambiente della società moderna. La concept carnon si limita infatti a re-inventare il modo in cui le persone viaggiano, ma va a influenzare anche la loro modalità di interazione con amici e familiari durante il viaggio, consentendo ai viaggiatori di riappropriarsi del loro tempo mentre attraversano, trasportati, le città del futuro. La 360c rappresenta un primo, seppur deliberato, passo verso una discussione più ampia sulla potenzialità che la tecnologia di guida autonoma ha di cambiare drasticamente la società, in vari modi. Marten Levestam Senior Vice President responsabile della Corporate Strategy di Volvo Cars ha dichiarato “… Consideriamo la 360c come uno spunto per avviare una conversazione più ampia, alla quale potremo contribuire con più idee e più risposte man mano che le nostre conoscenze cresceranno.”

Per quanto riguarda la sicurezza gli esperti di Volvo stanno studiando come, una speciale coperta presente nell’area dedicata al riposo potrebbe fungere in futuro da sistema di ritenuta più efficientte basato su una logica simile a quella della cintura di sicurezza a tre punti, ma reso idoneo a proteggere chi viaggia in posizione sdraiata.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

Potrebbe interessarti anche:

Tarraco: un passo in più per SEAT
Secondo noi

Tarraco: un passo in più per SEAT

05 dic 2018 Mariano Da Ronch

E lo è davvero, a cominciare dal nome: citare la città di Tarragona, ma in latino, la dice lunga sulle ambizioni che la Casa spagnola nutre per questo modello. Disegnata e...

Continua
S. Ronzoni e C. Lattuada, MINI Italia
Intervista a

S. Ronzoni e C. Lattuada, MINI Italia

05 dic 2018 Paolo Pirovano

Protagonista della puntata di Motorpad TV è MINI, un marchio unico nel panorama dell’auto che ha rivoluzionato la forma delle vetture con la geniale intuizione di Sir Alec...

Continua
Giulio Marc D'Alberton, Peugeot Rifter
Intervista a

Giulio Marc D'Alberton, Peugeot Rifter

16 nov 2018 Paolo Pirovano

Ospite in studio Giulio Marc D’Alberton, Resposabile Comunicazione Peugeot Italia Puntata è dedicata a PEUGEOT che porta in studio la sua interpretazione delle...

Continua