Volkswagen, Audi e il Dieselgate

Torna d'attualità il Dieselgate Volkswagen.

29 Apr 2016 motorpad.it
Volkswagen, Audi e il Dieselgate

Torna d'attualità il Dieselgate Volkswagen, in verità mai passato nel dimenticatoio, specie in USA e in Germania. Siamo doverosamente intervenuti sull'argomento con tutte le informazioni possibili tenuto conto, che poco o nulla si è saputo, finora, sui provvedimenti eventualmente in preparazione per i clienti italiani.

Pare ora che una prima soluzione riparatoria sia stata trovata anche per tutti i paesi europei almeno stando a quello che recita il comunicato in data 28 aprile che proponiamo integralmente.
Si tratta di interventi tecnici di aggiornamenti tecnici sui motori, ovviamente gratuiti e integrati da altri provvedimenti che riguarderanno per cominciare i possessori di Golf 2 e non di ristorni economici come, da quanto si apprende, in America.

L'importante è cominciare.

Resta aperto il problema  della latitanza del Governo e del ministro Delrio in particolare in ordine alla promessa di controlli fatta a suo tempo come ricorda l'Unione Nazionale Consumatori con la nota firmata da Raffaele Caracciolo sulla quale concorda pienamente anche la Compagnia dell'Automobile.

Tornando alla Germania e per completare il quadro c'è da segnalare la notizia pubblicata dal giornale Handelsblatt secondo cui la responsabilità di quanto accaduto sui diesel VW sarebbe da attribuire ai tecnici AUDI. La tecnologia per falsare i dati sulle emissioni dei motori diesel sarebbe stata messa a punto  dall'Audi e l'operazione risalirebbe addirittura al 1999, ma a Ingolstadt il sistema non sarebbe stato utilizzato per i propri modelli, ma sei anni dopo per quelli con marchio VW.

Resta da segnalare che mentre ai managers sopravvissuti allo scandalo pare vengano tagliati premi ed emolumenti, altro non fosse per aiutare ad accantonare i fondi che serviranno per i risarcimenti e le multe (si parla di 40 miliardi di Euro) sembra che la famiglia Porsche azionista di controllo del Gruppo, in modo non esattamente elegante, non voglia proprio saperne di rinunciare ad un euro.
Infine una buona notizia: presentando il bilancio 2015, il primo dopo il caso Dieselgate il CEO di VW Matthias Muller ha tra l’altro dichiarato che il 2016 sarà un anno di transizione verso “una VW più forte e nuova”, di aver accantonato 16 miliardi di Euro per le eventuali cause o multe, che la liquidità supera i 24 miliardi e di puntare ad un obiettivo di 10 milioni di auto vendute nel mondo.

Torna indietro
Tags

notizie correlate:

Ford ritorna in Formula 1 nel 2026
Sport

Ford ritorna in Formula 1 nel 2026

03 Feb 2023 Paolo Pirovano

La Formula 1 sta interessando sempre di più le grandi case automobilistiche e l’annuncio del ritorno di Ford nella massima categoria del motorsport è una di quelle...

Continua
Cupra Born e-boost per cercare le prestazioni
Secondo noi

Cupra Born e-boost per cercare le prestazioni

28 Nov 2022 Paolo Pirovano

Il passaggio verso l’auto elettrica in Cupra è iniziato con la Born la prima vettura a batteria del marchio spagnolo. Un brand giovane, è nato nel 2018 con la Formentor,...

Continua
Furti auto in crescita nel 2021
Motori e dintorni

Furti auto in crescita nel 2021

25 Jul 2022 Paolo Pirovano

Il furto dell’auto è una delle situazioni più spiacevoli e fastidiose e che, purtroppo, in molti hanno sperimentato direttamente. Il fenomeno non accenna a diminuire e il...

Continua