Mercedes Classe A Sedan: la nuova Baby Benz

06 Dec 2019 Roberto Tagliabue
Mercedes Classe A Sedan: la nuova Baby Benz

Nulla è per sempre: anche lo stereotipo “berlina guidata dall’anziano col cappello” potrebbe avere le ore contate. Probabilmente è uno degli spunti, tra i tanti, che hanno portato i progettisti di Mercedes a creare una nuova vettura sulla piattaforma MFA, quella dedicata alle compatte con la Stella e che sta dando tantissime soddisfazioni alla Casa di Stoccarda. Con un baule appena accennato e linee più da coupé che da berlina è nata la Mercedes-Benz Classe A Sedan.
Tra qualche giorno farà il suo esordio la nuova GLA, l’ultima sorella della folta famiglia: Classe A, CLA, CLA Shooting Brake, Classe B, GLB e ora la nuova Classe A Sedan, che nei mercati asiatici arriva anche in versione Long.

L’aspetto esteriore ha linee che richiamano una coupé giovane e sportiva, mentre gli interni offrono una maggiore abitabilità posteriore soprattutto in altezza. La presenza del piccolo baule, con coda tronca che chiude le linee discendenti con un elegante e sportivo spoiler, migliora le doti aerodinamiche con ottime ripercussioni su consumi ed emissioni (il Cw si ferma a 0,22).

Negli interni spicca il cruscotto a tutto schermo che si prolunga fino alla plancia centrale anche nella versione con display effettivi più piccoli. Come la sorella Classe A, che ha avuto il privilegio di essere la prima vettura della nuova era di interfaccia uomo-macchina, è dotata del sistema MBUX, quell’Hey Mercedes con coi il dialogo diventa veramente naturale. Ricca la dotazione dei dispositivi di sicurezza e di assistenza alla guida.

I motori, tutti 4 cilindri, al lancio partono dai 95 CV della 160d per arrivare ai 306 della A 35 marchiata AMG. Cambi manuali, automatici e trazione integrale 4MATIC sulle versioni più potenti. Se l’efficienza maggiore resta ancora saldamente affidata agli eccellenti e pulitissimi motori a gasolio Euro6 di ultima generazione, soprattutto nelle versioni 2 litri da 150 e 190 CV, Mercedes non può permettersi di stare a guardare ed è in imminente arrivo la versione ibrida plug-in EQ-Power con 160 CV dell’unità termica 1.3 litri e 102 dal motore elettrico, per un totale di 218 CV complessivi e 480 Nm di coppia massima. Sfiora i 70 chilometri di autonomia in elettrico (69 per l’esattezza) con 1,4 litri per 100 km nel ciclo combinato WLTP con 33 g/km di  CO2. La vedremo molto presto e ve ne parleremo ancora diffusamente.

Il listino parte dai 28.630 Euro dell’allestimento Executive della Classe A 160d per raggiungere i 48.202 della potente AMG 35 4MATIC. L’ibrida Classe A Sedan 250 e EQ-Power Automatic costerà 42.927 Euro.

Abbiamo voluto provare due versioni quasi agli antipodi della nuova Classe A Sedan: l’efficiente A 180d Automatic e l’esuberante Mercedes-AMG A35 4MATIC. Identità differenti ma molto equilibrate entrambe, piacevoli tanto in autostrada quanto nel misto, con un assetto che con il Dynamic Select può cambiare l’indole della vettura modificando il comportamento dinamico. Ovviamente l’AMG con la mappatura Sport+ sfoggia tutte le doti sportive, diventando più mansueta in Eco. La 180d è molto silenziosa, solo alle alte velocità in autostrada si percepisce qualche fruscio aerodinamico. Se si potessero chiudere gli occhi sarebbe facile comprendere di essere a bordo di una Mercedes, più difficile, forse, distinguere tra questa Classe A Seden e… una Classe C!

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Suzuki Swace, station wagon ibrida
Anteprima

Suzuki Swace, station wagon ibrida

16 Sep 2020 Silvia Pirovano

Suzuki introduce una nuova vettura in Europa, la Swace, versatile station wagon dall’avanzata tecnologia ibrida che garantisce prestazioni ed efficienza ed è il secondo...

Continua