Nuova Hyundai Tucson: guardatela negli occhi

21 Dec 2020 Mariano Da Ronch
Nuova Hyundai Tucson: guardatela negli occhi

Basta poco per distinguerla tra tante: il frontale non passa certo inosservato e la rende personale e diversa da tutte le altre. Tutte, anche da quelle che potrebbero avere più ambizioni. Nuova Tucson è il primo SUV a essere sviluppato secondo il nuovo linguaggio stilistico di Hyundai, definito ‘Sensuous Sportiness’, dove l’elemento caratterizzante è rappresentato dalle nuove luci diurne “Parametric Hidden Lights”, che donano a Tucson una presenza su strada unica e distintiva, anche al buio. Anche gli interni non sono da meno, caratterizzati da un layout sinuoso e accattivante.

Dal suo lancio 16 anni fa, Tucson è diventata il SUV best-seller di Hyundai con 7 milioni di unità vendute nel mondo – di cui 1,4 milioni in Europa. Arrivata ora alla quarta generazione, Nuova Tucson è caratterizzata, oltre che da questo design distintivo con misure pari a 4,50 mt di lunghezza per 1,87 mt di larghezza, dalla più ampia gamma di powertrain elettrificati nel segmento C-SUV, con l’offerta di opzioni plug-in hybrid da 265 CV (che arriverà tra breve, all’inizio del 2021), hybrid, benzina e diesel mild-hybrid 48 volt. Al top della gamma al lancio è il motore 1.6 litri T-GDI e tecnologia full-hybrid che eroga 230 CV abbinata a un cambio automatico a sei rapporti (6AT) a due o a quattro ruote motrici. Il motore da 1.6 litri T-GDI è disponibile anche con tecnologia mild hybrid a 48 volt, nelle varianti da 150 CV o 180 CV. In abbinamento, il manuale intelligente a sei rapporti (6iMT) o un cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti (7DCT). Disponibile anche un motore diesel 1.6 CRDi da 136 CV con tecnologia mild hybrid a 48 volt, abbinato alla trasmissione 7DCT, anch’esso a due o a quattro ruote motrici. Tra le versioni non elettrificate, i clienti possono scegliere tra il benzina 1.6 T-GDI da 150 CV e il diesel 1.6 CRDi da 115 CV, entrambi abbinati a un cambio manuale a sei rapporti (6MT).

Guidandola, si possono scegliere le modalità Normal, Eco e Sport a seconda delle preferenze di guida. Nuova Tucson è poi dotata di numerose funzionalità per il comfort, tra cui il Multi-Air Mode, la climatizzazione a tre zone, i sedili anteriori e posteriori riscaldati e i sedili anteriori ventilati. I sedili posteriori possono essere ripiegati in un rapporto 40:20:40, premendo semplicemente un pulsante, con un bagagliaio che raggiunge 620 litri di capacità con i sedili in posizione verticale e 1799 litri con i sedili posteriori reclinati. Per quanto riguarda la sicurezza, Nuova Tucson è equipaggiata con un sistema a sette airbag, che comprende un nuovo airbag centrale per prevenire gli urti tra i passeggeri anteriori. Il pacchetto di sicurezza attiva e guida assistita è stato aggiornato per includere, tra le altre funzionalità, l’Highway Driving Assist (HDA) 1.5, il Blind-spot View Monitor (BVM) e il Blind-spot Collision-avoidance Assist (BCA), mentre la Frenata Autonoma di Emergenza (FCA) con rilevazione di auto, pedoni e ciclisti è stata migliorata con l’aggiunta della funzione Junction Turning.

Quanto a connettività, questa nuova Tucson presenta un nuovo cluster aperto da 10,25 pollici, affiancato a uno schermo Audio Video Navigation touchscreen da 10,25 pollici o a un Display Audio da 8 pollici, a seconda delle versioni. I clienti possono contare sugli innovativi servizi telematici Bluelink, che vantano funzionalità come l’apertura e la chiusura da remoto, il Last Mile Navigation e il monitoraggio del livello di carburante tramite l’app Bluelink. Tra gli altri equipaggiamenti anche un impianto audio premium Krell, il mirroring wireless del cellulare (con il Display Audio) e la ricarica wireless. Divertenti anche gli schermi che prendono il posto degli strumenti nella consolle principale per aiutare il conducente nel monitoraggio degli spazi circostanti al veicolo.

Critiche? Difficile farne, a meno di non inventarsele. Quello che si può dire è che le coreane di strada ne hanno fatta tanta negli anni, arrivando a insidiare perfino le best in class più blasonate. Forse manca ancora il prestigio della marca, per chi bada anche a questo (e non sono pochi): bisognerà forse lavorarci ancora un po’, ma, vista la sostanza, siamo sicuramente sulla buona strada.

Al lancio le prime versioni a essere commercializzate nei tre allestimenti XTech, XLine e Exellence, sono quelle full-hybrid (da 33.350 a 39.550 euro), benzina mild-hybrid a 48 volt (da 29.400 a 35.100 euro) e diesel (da 30.750 a 34.950 euro).

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Giulio Marc D'Alberton, Peugeot 3008
Intervista a

Giulio Marc D'Alberton, Peugeot 3008

04 Jan 2021 Paolo Pirovano

L’auto protagonista della puntata è la nuova Peugeot 3008, il SUV compatto della casa francese e modello di grande successo che non solo si rinnova stilisticamente ma si...

Continua
Elena Fumagalli, Citroen C5 Aircross Hybrid
Intervista a

Elena Fumagalli, Citroen C5 Aircross Hybrid

31 Dec 2020 Paolo Pirovano

Protagonista è Citroen che con la C5 Aircross Hybrid, vettura in studio, inaugura la strategia di elettrificazione della casa francese che nei prossimi anni porterà novità...

Continua
Motorpad 2020: un anno pieno di novità
Detto tra noi

Motorpad 2020: un anno pieno di novità

28 Dec 2020 motorpad.it

Con la puntata andata in onda sabato 19 e domenica 20 dicembre, si è chiusa la stagione 2020 di MotorPadTV. Riprenderemo la programmazione a gennaio 2021 con la nuova...

Continua