Citroën ë-Berlingo e Peugeot e-Partner i van compatti 100% elettrici

25 Oct 2021 Roberto Tagliabue
Citroën ë-Berlingo e Peugeot e-Partner i van compatti 100% elettrici

Siamo stati in Francia, nei dintorni di Parigi, per provare i due gemelli 100% elettrici, Citroën ë-Berlingo e Peugeot e-Partner. Due moderni van compatti in grado di soddisfare tanto le esigenze di trasporto non solo cittadino, quanto il minimo impatto ambientale con il massimo contenimento delle emissioni. Da anni Citroën e Peugeot, con le versioni a motorizzazione termica, si contendono i primi posti nelle vendite dei veicoli commerciali non tanto e non solo in questa taglia, disponendo di un bagaglio di esperienza e una conoscenza delle esigenze di questo particolare mercato pressoché unici.

Mai come negli ultimi anni l’e-commerce ha incrementato sensibilmente quel tipo di traffico delle merci “dell’ultimo miglio”. Il termine nasce dal mondo delle telecomunicazioni e si riferisce al tipo di connessione che dalla centrale di smistamento arriva nelle singole case. Così, il mondo dei trasporti ha fatto sua la definizione dell’ultimo miglio per rappresentare quel servizio che, partendo dai centri di smistamento più grandi, si occupa capillarmente di portare, casa per casa, pacchi generalmente di piccole e medie dimensioni.

Per svolgere in modo efficiente, economico e rispettoso quanto più possibile dell’ambiente quel lavoro, l’impiego di furgoni compatti, 100% elettrici, è certamente la soluzione ideale. Da analisi puntuali svolte su quella tipologia di trasportatori, che oltre a società addette alle consegne nelle aree urbane comprende anche fattorini, piccoli artigiani e imprese di costruzione, si evince che questi professionisti coprono circa 20.000 km in un anno e che mediamente percorrono 72 km al giorno con picchi che non superano i 250 km die. 

Per tutti questi professionisti i due van Citroën ë-Berlingo e Peugeot e-Partner possono essere la soluzione ideale, perché in grado transitare in qualsiasi orario anche nelle ZTL aperte solo ai veicoli 100% elettrici, potendo tranquillamente utilizzare la notte per ricaricare il veicolo. 

Inoltre, la collocazione delle batterie sotto il pianale, oltre a offrire la sicurezza dinamica di mantenere il più basso possibile il baricentro del veicolo, non intacca la volumetria interna del vano di carico rispetto alle equivalenti versioni a propulsione termica. I due van Citroën ë-Berlingo e Peugeot e-Partner sono disponibili in due misure (da 4,40 m e 4,75 m) per costituire cinque versioni di cui una con doppia cabina mobile nella misura più lunga, con volumi di carico fino a 4,4 m3 e lunghezza utile fino a 3,44 m.

Citroën ë-Berlingo e Peugeot e-Partner nascono con la stessa tecnologia della piattaforma e-CMP creata da Groupe PSA, oggi Stellantis: un motore elettrico da 100 kW-136 CV, e 260 Nm di coppia massima pressoché costante che consente una velocità massima di 130-135 km/h ma soprattutto un’accelerazione da 0 a 100 km/h di soli 11,2 secondi. Nessuno cerca la prestazione assoluta in un furgone, ma i valori servono a comprendere la potenziale agilità del veicolo tanto in città quanto nei percorsi extraurbani.

Con 50 kWh di capacità, le batterie offrono un’autonomia, calcolata secondo il realistico ciclo WLTP, di 275 km (il valore è ancora in corso di omologazione) distanza che si colloca perfettamente nella finestra media e massima di utilizzo giornaliera dei destinatari di questa categoria di van.

È possibile ricaricare Citroën ë-Berlingo e Peugeot e-Partner in tre differenti modalità: dalla ricarica domestica a quella rapida, privata o pubblica, fino alle colonnine supercharger. Con il cavo di Tipo 2 si ricarica con una presa standard da 8A o con una ad alta potenza da 16A (box + presa Green’Up) che in 15 ore ricarica fino al 100% le batterie. Con la ricarica rapida, privata con Wall Box o pubblica alle colonnine, con potenze da 3,7 a 22 kW si utilizza il cavo Tipo 3, disponibile come optional. Il tempo necessario da 0 al 100% è di 7 ore e 30 minuti con Wall Box monofase da 7,4 kW, che scende fino a 5 ore con Wall Box trifase da 11 kW. I veicoli sono provvisti del circuito ad alta tensione in grado di accettare la connessione alle centraline ultrarapide, fino a 100 kW. In questo caso si utilizza il cavo (Tipo 4) direttamente attestato alla colonnina, che consente di ricaricare la batteria da 50 kW all’80% in soli 30 minuti.

La piattaforma e-CMP permette tre modalità di utilizzo, Normal, Eco e Power a cui si somma la funzione B (Brake) che rafforza l’impiego dell’energia cinetica in rilascio per ricaricare in parte le batterie. La funzione è disponibile oramai su buona parte delle vetture elettriche e nel caso dei furgoni che hanno masse, e quindi inerzie, maggiori l’efficacia del sistema aumenta.

Infatti, nel corso della nostra prova testiamo tutte le modalità di impiego, mantenendo sempre attiva la funzione Brake selezionabile con un pulsante specifico del selettore di marcia, del tutto simile a quello degli attuali cambi automatici dei veicoli dei due marchi francesi. Rispetto a quanto oramai siamo abituati a sperimentare sulle vetture elettriche, infatti, è proprio la massa maggiore dei furgoni a rendere la funzione Brake non solo efficiente ma anche più facile da apprendere e utilizzare perché meno violenta nelle decelerazioni anche a rilascio completo e repentino del pedale. 

Allineati nelle configurazioni come nel listino, Citroën ë-Berlingo e Peugeot e-Partner sono in vendita a partire da 26.535 euro (IVA esclusa in quanto veicoli N1). I due van mantengono le identità dei singoli marchi soprattutto nella plancia. Citroën ë-Berlingo dispone del tradizionale Head-up display col supporto in plexiglass caratteristico della Marca del “Double Chevron”, mentre Peugeot e-Partner è equipaggiato con il noto i-Cockpit che, con la collocazione più bassa del volante, svolge contemporaneamente il ruolo di cruscotto digitale e di Head-up display. 

In sintesi: il comfort dei moderni van oramai allineato a quello di un’autovettura, il silenzio e la totale mancanza di vibrazioni della propulsione elettrica, la fluidità di marcia, la prontezza al pedale dell’acceleratore unita all’efficacia non invasiva della funzione Brake, la tenuta di strada e l’efficenza delle sospensioni anche sui frequentissimi dissuasori di cui i paesi dell’hinterland parigino sono tempestati, sono le ottime caratteristiche che abbiamo riscontrato nei due van Citroën ë-Berlingo e Peugeot e-Partner pronti a diventare veri protagonisti come fedeli partner dei professionisti del trasporto nelle nostre città, e non solo.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Elena Fumagalli, Citroen e-C4
Intervista a

Elena Fumagalli, Citroen e-C4

02 Dec 2021 Paolo Pirovano

CITROEN prosegue il proprio impegno nell’elettrificazione con una gamma di vetture che si allarga a tutte le età e soddisfa tutte le esigenze e che parte dai più giovani...

Continua