CITROËN DS3 RACING

L’indice di fiducia nella marca e nel modello è, di per sé, più che significativo: 2000 esemplari la produzione totale, 200 riservati all’Italia e 120 già prenotati prima ancora che la DS3 Racing – è di lei che parliamo – mettesse le ruote in strada

19 Dec 2010 motorpad.it
CITROËN DS3 RACING
L’indice di fiducia nella marca e nel modello è, di per sé, più che significativo: 2000 esemplari la produzione totale, 200 riservati all’Italia e 120 già prenotati prima ancora che la DS3 Racing – è di lei che parliamo – mettesse le ruote in strada per la prima volta.
Evidentemente il traino del successo della DS3 “normale” si è fatto sentire con tutto il suo bagaglio di immagine e di esclusività e, adesso, bisogna aggiungerci un carico da novanta di sportività.

Ecco dunque la nuova “arrabbiata” di casa Citroen che raccoglie le esperienze e le glorie dei ripetuti successi mondiali nei rally (6 titoli costruttori e 7 pilota) per mettere a disposizione di chi con il piede pesante non vuol passare inosservato; una vettura stradale dalle prestazioni super, da personalizzare anche in modo più spinto di quanto già non appaia nella sua veste standard e ad un prezzo davvero invogliante che parte da 29.990 euro.
Non passerà inosservata, la DS3 Racing, per la sua livrea Nero Notte con tetto Arancione come le conchiglie dei retrovisori, i profili anteriori e chevron della stessa tinta; oppure con carrozzeria Bianco Absolute con tetto Grigio, cerchi (in lega da 18”) bruniti, conchiglie grigie e profili e chevron carbonio che ritroviamo anche, nei due casi, per le finiture carbonio interne ed esterne. Il tutto a contorno del diffusore d’aria, dei passaruota maggiorati, delle minigonne e di tutti i dettagli che esprimono potenza e grinta.

Il regno della sportività prosegue all’interno con i sedili da gara, quadro strumenti, volante, comando apertura porte, tappetini e modanature specifiche e vari loghi identificativi, compresa la targhetta numerata sul rivestimento del padiglione.
La DS3 Racing non dimentica però di essere pronta anche ad usi più tranquilli e quindi non si priva dell’accensione automatica dei fari, del retrovisore elettrocromatico, del tergicristallo automatico e dell’assistenza al parcheggio.

Se capiterà di vederla negli specchietti, meglio dare strada perché il motore 1600 cc THP scarica alle ruote 202 CV con una coppia che sale a 275 Nm forte di un turbocompressore con pressione di 2.2 bar. Le brillanti prestazioni (6,4 secondi da 0 a 100 km/h e la velocità massima di 225 km/h) sono disciplinate dalle carreggiate allargate di 20 mm, dalla particolare taratura delle molle e ammortizzatori, dall’assetto ribassato di 15 mm e dall’ESP disattivabile.
Ogni tanto occorre anche frenare. Vi provvede un impianto Brembo con pinze a 4 pistoncini e dischi anteriori da 323 mm.
Torna indietro
Tags

notizie correlate:

Citroen C5 Aircross, aggiornamenti in arrivo
Anteprima

Citroen C5 Aircross, aggiornamenti in arrivo

13 Jan 2022 Paolo Pirovano

Con il model year 2022 arrivano importanti aggiornamenti sulla Citroen C5 Aircross, la SUV media della casa francese che dal lancio del 2018 è stata vendute in oltre 260.000...

Continua
Diabolik e la Jaguar E-Type
Eventi

Diabolik e la Jaguar E-Type

18 Dec 2021 Silvia Pirovano

L’uscita nelle sale del film “Diabolik” diretto dai Manetti bros. ed ispirato alle storie nate dalle matite delle sorelle Giussani vede la partecipazione in un ruolo...

Continua
Elena Fumagalli, Citroen e-C4
Intervista a

Elena Fumagalli, Citroen e-C4

02 Dec 2021 Paolo Pirovano

CITROEN prosegue il proprio impegno nell’elettrificazione con una gamma di vetture che si allarga a tutte le età e soddisfa tutte le esigenze e che parte dai più giovani...

Continua
La transizione energetica di Stellantis
Economia

La transizione energetica di Stellantis

29 Oct 2021 Paolo Pirovano

La transizione energetica che il mondo dell’automotive dovrà affrontare nei prossimi anni porterà ad una vera rivoluzione che andrà ben oltre la tecnologia. Saranno...

Continua