Opel Grandland X Hybrid4: potenza verde

La prima vettura di Opel ibrida plug-in è già disponibile in Italia.

28 Jan 2020 Mariano Da Ronch
Opel Grandland X Hybrid4: potenza verde

Più volte annunciato, ecco finalmente l’atteso Opel Grandland X Hybrid4, il primo veicolo ibrido plug-in del marchio tedesco, che unisce la potenza di un motore turbo benzina 1.6 da 200 cavalli e quella di due motori elettrici per una potenza complessiva che raggiunge i 300 CV, con un consumo secondo la procedura WLTP  di 1,4-1,3 l/100 km con emissioni di CO2 pari a 32-29 g/km (nel ciclo NEDC : 1,6-1,5 l/100 km, emissioni di CO2 pari a 36-34 g/km). Insomma, un altro tassello nella strategia Opel nel rispetto degli obiettivi futuri di CO2 e, insieme alla nuova Opel Corsa-e, contribuisce all’elettrificazione dell’intera gamma del marchio, prevista per il 2024. In particolare, il sistema è composto da due motori elettrici (anteriore da 81 kW/110 CV, posteriore da 83 kW/113 CV), che permette così, di avere la trazione integrale, ed una batteria agli ioni di litio da 13,2 kWh. Quello anteriore è abbinato alla trasmissione automatica a otto velocità, mentre il secondo insieme al differenziale sono integrati nell’asse posteriore per fornire la trazione integrale on demand.

Opel Grandland X Hybrid4 è in grado di percorrere fino a 59 chilometri in modalità puramente elettrica secondo il ciclo di guida WLTP1 (67-69 km secondo il ciclo di guida NEDC2). Secondo alcuni studi, in Italia l’80% di tutti gli spostamenti quotidiani riguarda distanze inferiori ai 50 km, pertanto per questi clienti Opel Grandland X Hybrid4 potrebbe viaggiare sempre a emissioni zero.

Sono disponibili quattro modalità di guida – elettrica, ibrida, trazione integrale e Sport – adattando le caratteristiche dell’auto ai propri desideri o alle condizioni di guida specifiche. Per esempio, scegliendo la modalità ibrida la vettura seleziona automaticamente la modalità di propulsione più efficiente, con la possibilità di passare alla modalità elettrica per guidare a emissioni zero nei centri urbani. La modalità e-Save protegge l’energia elettrica accumulata nella batteria ad alta tensione per poterla utilizzare in seguito, per esempio per guidare nelle zone ad accesso limitato ai soli veicoli elettrici. La modalità Sport consente una guida più dinamica e unisce la potenza del motore termico e di quello elettrico. Selezionando la modalità a quattro ruote motrici si ha la massima trazione su tutti i tipi di strade.

Oltre a ciò, anche su questa vettura è presente il sistema frenante rigenerativo che recupera l’energia prodotta in fase di frenata o di decelerazione. In più, per rendere ancora più comodo il processo di ricarica, l’app “myOpel” suggerisce i percorsi migliori in base all’autonomia residua della vettura e mostra la posizione delle stazioni di ricarica lungo il percorso, mentre il navigatore collegato del sistema di infotainment Navi 5.0 IntelliLink trova i percorsi e guida la vettura alla colonnina prescelta. Permette anche di verificare il livello di carica della batteria o di impostare l’ora di ricarica sulla wallbox domestica, regolare il climatizzatore o il riscaldamento mentre la vettura è collegata all’alimentazione, per preservare l’autonomia di percorrenza.

La prima vettura ibrida plug-in di Opel è già disponibile in Italia a un interessante canone di noleggio a lungo termine Free2move Lease di 399 euro al mese. In Italia accede all’incentivo statale “Ecobonus” di 1.500 o 2.500 euro riservato alle vetture con emissioni comprese tra 20 e 70 g/km. Al valore più alto di 2.500 euro hanno diritto i clienti che rottamano una vettura con classe di emissioni compresa tra Euro 0 ed Euro 4. Agli incentivi statali si aggiunge la campagna di lancio Opel che prevede una riduzione del prezzo tra 4.000 a 6.000 euro, con il valore maggiore applicato in caso di rottamazione, così che la somma degli incentivi Opel e quelli statali porta ad una riduzione massima di prezzo di 8.500 euro, per un prezzo di 38.400 euro. Nel caso della versione a due ruote motrici, recentemente annunciata, il prezzo di ingresso, in caso di rottamazione, parte da 34.050 euro.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Mini Full Electric
Anteprima

Mini Full Electric

25 Mar 2020 Paolo Pirovano

Presentata come concept lo scorso settembre al Salone dell’Auto di Francoforte, la nuova Mini Full Electric è pronta per essere consegnata. Il primo modello a zero...

Continua
Giorgio Contu, DS 7 Crossback E-Tense 4x4
Intervista a

Giorgio Contu, DS 7 Crossback E-Tense 4x4

16 Mar 2020 Paolo Pirovano

Protagonista della puntata è DS, il marchio premier del Gruppo PSA che porta in studio la nuova DS 7 Crossback E-Tense 4x4, il modello con motore ibrido plug-in parte...

Continua