Peugeot 2008 una SUV con tre scelte di motore

09 Dec 2019 Paolo Pirovano
Peugeot 2008 una SUV con tre scelte di motore

Arriverà ad inizio 2020 la nuova SUV compatta Peugeot 2008, modello completamente nuovo che si affianca all’interno del segmento B alla berlina 208 con la quale condivide la parte tecnica. La prima differenza con la generazione precedente è il cambio deciso nello stile che segue il design delle ultime realizzazioni del Leone  con una calandra verticale, una carrozzeria scolpita, le nervature sul cofano mentre le luci diurne a  LED riprendono la firma luminosa del marchio con i “tre artigli”, con quello esterno che prosegue fino al paraurti.

Seguendo le tendenze del mercato cresce nelle dimensioni di 14 cm in lunghezza entrando nei B+ SUV, arrivando così a 4,30 m staccandosi decisamente dalle vetture della stessa categoria. Si propone così come alternativa alle berline del Segmento C ma non rischia però di scontrarsi con l’altra best seller della casa, la 3008 che con i suoi 4,35 mt si differenzia per proporzioni in maniera chiara.

È stata sviluppata partendo dalla piattaforma modulare del Gruppo PSA per le compatte, la CMP, la stessa di Peugeot 208 e di Opel Corsa e l’aumento del passo a 2,60 mt rende più confortevole l’abitabilità nei sedili posteriori, mettendo a disposizione un bagagliaio di 434 lt con ogni motorizzazione proposta. Perché la 2008 segue la strada tracciata all’interno di PSA per le auto più piccole presentando tre differenti possibilità di scelta tra le motorizzazioni, benzina, diesel o 100% elettrica.

I primi si basano sul 3 cilindri di 1.2 lt Puretech in tre livelli di potenza, 100, 130 e 155 CV con le ultime due abbinabili al cambio automatico a 8 rapporti EAT8, gestibile anche con i paddle dietro il volante. Nei diesel troviamo BlueHDi 4 cilindri di 1.5 litri di cilindrata con testata a 16 valvole disponibile nelle varianti da 100 o 130 CV (abbinabile al cambio EAT8). Le emissioni di CO2 per tutti i propulsori sono comprese tra i 96 ed i 113 gr/km secondo il ciclo NEDC.

Passando alla propulsione elettrica lo schema prevede un motore elettrico di 100 kW/136 CV con una coppia di 260 Nm che abbinato alla batteria agli ioni di litio da 50 kWh è in grado di assicurare una percorrenza di 310 km testati nei cicli di omologazione WLTP.  La parte elettrica è garantita per 8 anni o 160.000 km per il 70% della sua capacità di carica  e le batterie sono posizionate nel pianale ed in questo modo non cambia lo spazio nell’abitacolo e come già detto nel bagagliaio.

La ricarica delle batterie parte dalla fase rigenerativa in frenata con due modalità impostabili, Drive o Brake dove il recupero è più accentuato e si ha una decelerazione controllata direttamente dal pedale dell’acceleratore, la guida “One Pedal”. Le altre possibilità di ricarica dipendono dal tipo di fonte disponibile e nel caso della Wallbox vanno da 5 ore e 15min a 8 ore per una ricarica completa (versione trifase 11 kW o monofase 7,4 kW) con relativo cavo di carica da 22 KW (disponibile come accessorio). Si riducono a 30 minuti per ricaricare la batteria all’80% da un terminale di ricarica pubblica da 100 kW perché il sistema di raffreddamento a liquido di cui è dotato il pacco batterie permette l’utilizzo di caricatori con questa potenza.

Come già accennato la 2008 ha molti i punti in comune con la 208. Uno di questi è l’i-cockpit, il posto di guida con il volante di piccole dimensioni e tutta la strumentazione posta al sopra della corona. Il nuovo Digital Display a 3D, porta le informazioni su due livelli, avvicinandosi al guidatore a seconda dell’importanza. In questo modo si percepisce più velocemente la situazione reagendo in minore tempo all’eventuale pericolo. Sulla plancia è presente un touch-screen fino a 10 pollici con dei comandi a scelta rapida posizionati accanto ai tasti in stile pianoforte (Toggle Switches). Gli smartphone sono integrati con la funzione Mirror Screen attraverso i protocolli di connessione MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto e si possono ricaricare con la zona ad induzione o con una della 4 prese USB.  La navigazione satellitare utilizza i servizi TomTom che permette il monitoraggio in tempo reale del traffico.

Per la dinamica sono presenti, a seconda delle versioni, tre modalità di guida, Eco, Normal e Sport e sui fondi a bassa aderenza entra in funzione l’Advanced Grip Control abbinato all’Hill Descent Control per controllare la velocità nei tratti molto ripidi. Il livello 2 di guida autonoma viene raggiunto attraverso la presenza di tutti i sistemi di sicurezza attiva e tra questi sono presenti il Drive Assist, il Lane Positioning Assist, l’Adaptive Cruise Control, l’Active Safety Brake che riconosce pedoni e ciclisti, L’Active Lane Departure Warning, il Driver Attention Alert, L’High Beam Assist, l’Extended Traffic Sign Recognition con Speed Limit Detectio e L’active Blind Corner Assist. Il Park Assist, invece, agisce direttamente sullo sterzo per entrare e uscire dai parcheggi e necessita solo di 60 cm aggiuntivi rispetto alla lunghezza del veicolo rendendo più comoda questa situazione.

Il listino per i tre livelli Active, Allure, e GT Line muovono per i diesel da 23.050 a 30.050 mentre i benzina muovono da 21.050 (100 CV cambio manuale) a 28.050 (130 CV cambio EAT8); è inoltre possibile acquistare la versione da 155 CV solo nell’allestimento GT a 31.450. La versione elettrica va da 38.050 a 43.850. Peugeot ha però lanciato una campagna che sposta il concetto dal possesso della vettura all’utilizzo, mettendo a disposizione dei piani finanziari che, considerando i costi di gestione, equiparano le tre alimentazioni, lasciando al cliente la scelta in base al tipo di mobilità quotidiana.

In Italia per lo sviluppo delle strutture domestiche di ricarica la casa francese ha stretto accordi con EnelX che si occupa dello studio e della verifica di fattibilità del progetto. La produzione della 2008 è a Vigo (Spagna) per le versioni destinate all’Europa e a Wuhan per la Cina.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Suzuki Ignis Hybrid, piccolo grande SUV
Secondo noi

Suzuki Ignis Hybrid, piccolo grande SUV

28 Jul 2020 Silvia Pirovano

Suzuki ha trasformato da poco tempo tutta la gamma facendola diventare esclusivamente ibrida. L’ultimo esempio è la Ignis, vero e proprio mini suv di segmento A che ora...

Continua
Vincenzo Picardi, Honda Jazz Hybrid
Intervista a

Vincenzo Picardi, Honda Jazz Hybrid

24 Jul 2020 Paolo Pirovano

Protagonista della puntata è Honda che prosegue il piano di allargamento dei modelli elettrificati portando un motore full hybrid all’interno del segmento B, quello delle...

Continua
Nuova Skoda Octavia
Secondo noi

Nuova Skoda Octavia

23 Jul 2020 Paolo Pirovano

Da sessant’anni il nome Octavia è presente in Skoda e con oltre 7 milioni di unità vendute è l’auto più conosciuta e popolare della casa boema  e la quarta...

Continua
Maserati Ghibli Hybrid
Nuovi Arrivi

Maserati Ghibli Hybrid

20 Jul 2020 Paolo Pirovano

La Maserati Ghibli Hybrid apre un nuovo capitolo del marchio modenese e inaugura l’era dell’elettrificazione. Per questa tecnologia viene scelto uno dei modelli di...

Continua