Renault Mégane

Come farsi un’auto completa, ma anche personalizzabile su misura.

11 Dec 2015 motorpad.it
Renault Mégane

Renault Megane può fare suo il motto “media ma non mediocre” tante sono le caratteristiche che ne fanno una vettura completa e inoltre personalizzabile su misura.
Rispetto alla serie precedente, che sostituirà a partire da gennaio 2016, la nuova Megane è più lunga di 64 mm e più bassa di 25 mm (lung. 4.359, larg. 1.814, alt. 1.447 mm); nonché più “acquattata” a terra, grazie al passo di 2.669 mm (+28 mm) e alle carreggiate allargate di 47 mm davanti e 39 mm dietro (1.591 et 1.586 mm).
L’approccio alla nuova Megane non può che iniziare dal look. La linea di cintura mossa e “muscolare” e le fiancate snelle riprendono il discorso formale iniziato con l’ultima Clio e qui sviluppato al meglio grazie alle dimensioni più favorevoli.

Nel frontale si gioca molto sullo spirito di marca, grazie alla losanga molto evidente e ai “baffi” orizzontali a specchio, condivisi anche da Talisman ed Espace. Un approccio che definiremmo da alto di gamma, quasi paradossale se consideriamo che fu proprio Renault a diffondere per se stessa il concetto di costruttore generalista. Dunque la casa conferma un cambio di rotta nel proporre la propria immagine, al punto da volere rendere riconoscibile la Megane anche al buio, in virtù di gruppi ottici a led la cui firma luminosa crea linee continue e tridimensionali molto suggestive.

Sviluppata sull’architettura modulare CMD, la stessa di Talisman, Espace e Kadjar, la nuova Megane presenta un abitacolo e un arredamento che molto hanno in comune con modelli di segmento superiore. Sono infatti disponibili ben 5 tipi di selleria e, a seconda delle versioni, lo head up display a colori (su lastra trasparente sopra la palpebra della strumentazione), lo schermo TFT da 7” per configurare il cruscotto su 5 modalità, il display a matrice attiva orizzontale sempre da 7”, oppure verticale da 8.7” al centro della plancia, gestibile come un tablet grazie alla superficie a sensibilità capacitiva.

Il dispositivo rappresenta infatti l’interfaccia a disposizione del guidatore con l’R-Link2, che con comandi tattili o vocali, di scorrimento, spostamento e zoom, permette di gestire il navigatore, la radio, il telefono e le impostazioni della vettura in modo rapido e intuitivo.

La personalizzazione della Megane è molto estesa, poiché tramite ben 3 home page consente di memorizzare fino a 6 profili di guida.
Come già su Espace e Talisman è dotata del sistema ADAS, finalizzato alla tutela della sicurezza e alla facilitazione delle operazioni di routine.

Ne fanno parte il cruise control adattivo, la frenata di emergenza attiva automatica, i vari segnali per la distanza di sicurezza e il controllo della velocità, il monitoraggio dell’angolo morto, la retrocamera completa di sensori, la gestione automatica degli abbaglianti e il sistema di posteggio automatizzato Easy Park Assist.

Sempre grazie alla tecnologia mutuata dalla nuova Talisman, anche la Megane può essere dotata del sistema a 4 ruote sterzanti 4Control, che dona una duplice identità alla vettura. Infatti, in manovra la sterzata in controfase del retrotreno riduce notevolmente il raggio di sterzata, mentre fino a velocità di 60 o 80 km/h (a seconda del programma scelto) aumenta la maneggevolezza. Oltre questi valori la sterzata avviene in fase (cioè nella stessa direzione dell’avantreno), aumentando tangibilmente la stabilità e il feeling di guida.

Riservato alla gamma di punta Megane GT, il sistema è configurabile in 3 modalità predeterminate, Sport, Neutro e Comfort, a cui si aggiunge la “Perso” (Personale) in cui ci si può sbizzarrire a gestire i vari parametri per avere la propria auto su misura.

Il “core business” della gamma Megane è composto dalle versioni Life, Zen, Intens e Intens-Bose, con motori a benzina 1.2 TCe da 100 e 130 CV (questo anche con cambio sequenziale EDC) e dai diesel dCi 1.5 da 90 e 110 CV (anche EDC) oppure 1.6 da 130 CV. A queste si affiancano le versioni GT Line (1.2 TCe, 1.5 dCi/110 CV e 1.6 dCi/130 CV) dalla connotazione estetica sportiva. Al top le GT con 4Control, mosse dal 1.6 TCe da 205 CV oppure dal 1.6 dCi da 165 CV, entrambi con cambio EDC.

Prezzi da 18.650 euro della 1.2 TCe/100 CV Life a 32.550 euro della 1.6 dCi/165 CV EDC 4Control GT. 

 

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Torelli vince la Clio Cup Italia
Sport

Torelli vince la Clio Cup Italia

15 Nov 2022 Paolo Pirovano

È stata la pista di Barcellona a chiudere la stagione 2022 della Clio Cup Italia con una volata finale che ha visto Gabriele Torelli (Faro Racing) conquistare il titolo...

Continua
Renault Clio Cup Series - Monza
VideoTest

Renault Clio Cup Series - Monza

27 Oct 2022 Paolo Pirovano

Le gare e le corse d’auto sono una nostra grande passione e abbiamo partecipato alla Renault Clio Cup Series nella tappa che si è disputata a Monza, prova  valida per il...

Continua