Suzuki Across

02 Jul 2020 Paolo Pirovano
Suzuki Across

I recenti accordi di collaborazione tra Suzuki e Toyota per la fornitura incrociata di modelli iniziano a produrre i primi risultati. Tra questi rientra per il mercato europeo la Suzuki Across, un SUV di segmento D con motore ibrido plug-in e trazione integrale 4x4 E-Four.

Lungo 4,63 metri e con un bagagliaio da 490 lt, deriva dal Rav4 e mantiene la linea sportiva e robusta del modello, con profili ben marcati, con il frontale aggressivo dove l’ampia griglia occupa gran parte dello spazio identificandola immediatamente. Il cuore tecnico è il motore, come detto un ibrido plug-in, composto da una unità termica a benzina di 2,5 litri da 185 CV abbinata a due motori elettrici, uno anteriore da 134 kW/182 CV ed uno sull’asse posteriore da 40 kW/54 CV. La potenza totale di sistema non è ancora stata comunicata. I due motori elettrici sono alimentati da una batteria agli ioni di litio ad alta capacità da 18,1KWh (50,9Ah), posizionata sotto il pianale a beneficio della distribuzione delle masse che assicura fino a 75 km di percorrenza in puro elettrico.

Si arriva così ad emissioni di CO₂ di soli 22g/km, ottenuti nei cicli di omologazione WLTP, leggermente differente rispetto a quelli della Toyota Rav4. Il motore termico è un 4 cilindri a Ciclo Atkinson con corsa lunga e un elevato rapporto di compressione e  doppia iniezione (nei cilindri e nei condotti di aspirazione) che varia a seconda delle condizioni di guida per aumentare la potenza riducendo consumi ed emissioni.

Le quattro modalità di guida selezionabili: EV mode (default); Auto EV/HV mode; HV mode e Battery charger mode permettono di adattare l’utilizzo alla situazione e al tipo di strada che si sta affrontando.

Il sistema di trazione integrale 4x4 E-Four sfrutta il motore elettrico indipendente da 40kW sull’asse posteriore, per una distribuzione di coppia che va da 100:0 a 20:80. Ad integrazione è presente l’AWD Integrated Management (AIM) che controlla la distribuzione della trazione e anche il comando del corpo farfallato, i tempi di cambiata, la regolazione del servosterzo elettronico (EPS) e del servofreno, in base alle condizioni di guida. Il Trail Mode, invece, è il controllo del differenziale a slittamento limitato che funziona applicando forza frenante alle ruote che iniziano a perdere aderenza, redistribuendo coppia alle ruote in presa.

Tra gli elementi chiave vi sono le funzioni di assistenza alla guida come il Pre-Collision System (PCS), il Lane Tracing Assist (LTA) e il Dynamic Radar Cruise Control (DRCC), che usano un radar a onde millimetriche e una videocamera monoculare.

L’apertura degli ordini è prevista in Europa nell’autunno del 2020.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Suzuki Ignis Hybrid, piccolo grande SUV
Secondo noi

Suzuki Ignis Hybrid, piccolo grande SUV

28 Jul 2020 Silvia Pirovano

Suzuki ha trasformato da poco tempo tutta la gamma facendola diventare esclusivamente ibrida. L’ultimo esempio è la Ignis, vero e proprio mini suv di segmento A che ora...

Continua
Massimo Nalli, Suzuki Ignis Hybrid
Intervista a

Massimo Nalli, Suzuki Ignis Hybrid

13 Jul 2020 Paolo Pirovano

Il tema dell’elettrificazione è diventato fondamentale per tutti i costruttori, e oggi andiamo a vedere come Suzuki, ha trasformato in poco tempo tutta la gamma facendola...

Continua
Massimo Nalli, Suzuki Italia
Intervista a

Massimo Nalli, Suzuki Italia

16 May 2020 Paolo Pirovano

Con i nostri ospiti, in collegamento via WEB a causa delle restrizioni imposte ai movimenti per contenere il diffondersi dell’epidemia continuiamo a parlare delle novità...

Continua