La Fondazione Internazionale del Salone dell'Automobile non organizzerà il GIMS nel 2021

30 Jun 2020 Silvia Pirovano
La Fondazione Internazionale del Salone dell'Automobile non organizzerà il GIMS nel 2021

A seguito dei problemi finanziari derivanti dalla cancellazione del GIMS 2020 per cause di forza maggiore decisa dal Consiglio Federale in conseguenza aella pandemia di coronavirus, la Fondazione Internazionale del Salone dell'Automobile di Ginevra, responsabile dell'evento, ha deciso di non organizzare la manifestazione anche nel 2021. La ragione principale riguarda la grave crisi che il settore automobilistico sta affrontando, con la maggior parte della Case automobilistiche e degli espositori che ha chiaramente indicato che non avrebbe partecipato a un'edizione del 2021 preferendo concentrarsi sul Salone del 2022. 

Inoltre, comunicano il Comitato e il Consiglio della Fondazione, non è certo che la situazione sanitaria consentirà l'organizzazione di una manifestazione che riunirebbe oltre 600.000 visitatori e 10.000 giornalisti la prossima primavera.

Un altro motivo riguarda le condizioni per la restituzione del prestito che il Cantone di Ginevra ha concesso alla Fondazione: a marzo 2020, infatti, la Fondazione ha immediatamente chiesto al Cantone di Ginevra un sostegno finanziario per coprire le perdite causate dall'annullamento di GIMS 2020 - stimato in 11 milioni di franchi svizzeri - e per preparare una nuova edizione. All'inizio di giugno, il Gran Consiglio di Ginevra ha approvato un prestito di 16,8 milioni di franchi svizzeri. La Fondazione, però si è vista obbligata a rifiutare in quanto non considera i termini del prestito come una garanzia della sua stabilità finanziaria a lungo termine. Infatti, a partire dal giugno 2021, avrebbe dovuto rimborsare 1 milione di franchi svizzeri senza aver beneficiato in anticipo di un afflusso di cassa. Inoltre questo prestito è anche soggetto alla condizione che un evento venga organizzato nel 2021.

Pertanto la Fondazione ha deciso di dare la priorità alla vendita di GIMS a Palexpo SA, con l'obiettivo di trovare una soluzione che consenta l'organizzazione regolare di un salone automobilistico internazionale a Ginevra. L'acquisto dei beni trasferirà tutti i diritti dell'organizzazione a Palexpo SA. Ricordiamo che il GIMS è il più grande evento pubblico in Svizzera, i cui benefici economici per il Cantone di Ginevra sono stimati in circa 200 milioni di franchi svizzeri all'anno.

Torna indietro
Tags

notizie correlate:

Jeep Avenger via agli ordini
Anteprima

Jeep Avenger via agli ordini

13 Jan 2023 Paolo Pirovano

La Jeep Avenger si è appena aggiudicata il premio di Car of The Year e in questi giorni si sono aperti gli ordini con le prime consegne previste per il secondo trimestre...

Continua
Stefano Virgilio, Opel Astra Plug-In Hybrid
Intervista a

Stefano Virgilio, Opel Astra Plug-In Hybrid

11 Jan 2023 Paolo Pirovano

Vediamo insieme a Opel la strategia di elettrificazione del marchio tedesco, partendo dalla nuova Astra. Un modello centrale nell’offerta e come da tradizione si...

Continua
Guido Tocci, Dacia Italia
Intervista a

Guido Tocci, Dacia Italia

10 Jan 2023 Paolo Pirovano

Intervista dedicata a Dacia che ha rivoluzionato in pochi anni il mondo dell’auto, un brand in continua evoluzione che si basa su due parole chiave: razionalità ed...

Continua
Marco Alù Saffi, Ford Mustang Mach-E GT
Intervista a

Marco Alù Saffi, Ford Mustang Mach-E GT

29 Dec 2022 Paolo Pirovano

Vediamo come FORD sta preparando la transizione energetica con un piano industriale che segnerà nei prossimi anni una vera rivoluzione industriale che prevede l’arrivo di...

Continua