Suzuki al 46° Tokyo Motor Show

23 Oct 2019 motorpad.it
Suzuki al 46° Tokyo Motor Show

Suzuki presenta alla 46a edizione Tokyo Motor Show cinque anteprime mondiali indicando la sua visione di mobilità per il prossimo futuro e le tecnologie che sono in avanzata fase di sviluppo. Si prepara così a celebrare, nel 2020, il suo 100° anniversario e ad entrare nel suo secondo secolo di attività.

WAKU SPO è il prototipo di una vettura di segmento A con motorizzazione ibrida plug-in e una carrozzeria trasformabile, da filante tre volumi a pratica wagon, pensata per venire incontro alle varie necessità di trasporto che possono sorgere all’interno di una famiglia. L’idea dei progettisti è che l’auto possa quindi essere condivisa da tutti i membri del nucleo familiare, che hanno anche la possibilità di modificare l’aspetto della mascherina e il layout della plancia, dominata da numerosi schermi digitali.

La concept HANARE è molto più di una semplice monovolume elettrica: è una stanza mobile a guida autonoma, all’interno della quale i passeggeri possono sfruttare a piacimento il tempo durante gli spostamenti, nel massimo comfort.
Prefigurando il mondo futuro, in cui l’automazione e l’intelligenza artificiale avranno un ruolo chiave nel definire le modalità di trasporto, HANARE mette al centro del suo progetto l’utente, i suoi desideri e il suo benessere, dandogli la possibilità di rilassarsi o lavorare in un ambiente connesso.

Presenti anche due nuove interpretazioni della HUSTLER, crossover ultracompatta che raccoglie un forte successo nel mercato interno giapponese.
La prima CONCEPT assume un’inedita veste divertente, con particolari accessori che permettono di personalizzare la linea conciliando stile e funzionalità e di rendere più gradevole l’uso quotidiano così come i viaggi nel tempo libero. La seconda variante mette l’accento su alcune caratteristiche tipiche del progetto Hustler, enfatizzando aspetti quali la robustezza e la forza attraverso dettagli quali un massiccio portapacchi e con il ricorso a nuovi colori, sticker e wrapping del tetto.

La Casa di Hamamatsu espone anche una sorta di nursery su quattro ruote. La proposta è sviluppata sulla base del mini commerciale EVERY, in collaborazione con Combi, azienda attiva nel settore dei prodotti per l’infanzia e della puericultura. Nella dotazione spicca un fasciatoio per il cambio dei pannolini e a bordo c’è anche tutto lo spazio necessario per l’eventuale allattamento.

Per nessuno di questi mezzi è al momento pianificata la commercializzazione in Europa.

 

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Simone Albè, Suzuki S-Cross Hybrid 140V
Intervista a

Simone Albè, Suzuki S-Cross Hybrid 140V

01 Dec 2022 Paolo Pirovano

Puntata dedicata a SUZUKI, casa automobilistica che da anni ha fatto una scelta precisa per quanto riguarda le motorizzazioni, proponendo esclusivamente soluzioni...

Continua
Arriva in Italia la Polestar 2
Secondo noi

Arriva in Italia la Polestar 2

30 Nov 2022 Paolo Pirovano

Il marchio Polestar nasce in Svezia nel 2017 come costola di Volvo per produrre veicoli elettrici. Attualmente il marchio è presente in 19 paesi, ha sede a Goteborg e tre...

Continua
Volvo EX90, la svolta elettrica svedese
Anteprima

Volvo EX90, la svolta elettrica svedese

15 Nov 2022 Paolo Pirovano

Con una presentazione streaming da Stoccolma, Volvo ha presentato la EX90, la SUV elettrica che apre un nuovo percorso a zero emissioni per la casa svedese. Un modello nato...

Continua