Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm, la berlina diventa supercar

25 May 2021 Paolo Pirovano
Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm, la berlina diventa supercar

È stato un vero e proprio ritorno alle origini la presentazione delle nuove Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm a Balocco in provincia di Vercelli, dove ha sede uno dei più ampi e selettivi centri prove al mondo, con oltre 80 chilometri di pista suddivisi su 27 differenti circuiti Proprio qui era nata nel 1965 la Giulia GTA, sviluppata dall’Autodelta il reparto sportivo Alfa Romeo, uno dei modelli simbolo della casa del Biscione, tra i più vincenti in pista nella categoria Turismo e vera pietra miliare del marchio.

La nuova Giulia GTA è una vera supercar mascherata da berlina, una vettura ad alte prestazioni derivata dalla Giulia Quadrifoglio che è stata sottoposta ad una cura dimagrante di oltre 100 chili utilizzando componenti in fibra di carbonio e materiali compositi. Il cuore è una versione potenziata del motore 2.9 V6 Bi-Turbo da 540 cavalli, aggiungendone altri 30 per arrivare alla potenza specifica di 187 CV/litro. Si arriva così a prestazioni straordinarie sia in termini di tempi su giro in pista che in accelerazione e con il Launch Mode, lo 0-100 km/h avviene in soli 3,6 secondi.

Un’auto capace di muoversi con disinvoltura tra i cordoli, come dimostrato dalle immagini girate sulla pista di Balocco con al volante i collaudatori Alfa che l’hanno portata veramente al limite, in grado di compiere manovre che vivamente sconsigliamo a chi non ha la loro esperienza e capacità.

Rivista anche l’aerodinamica per aumentare la downforce con un lavoro in sinergia con Sauber Engineering che riprende le esperienze del team di formula 1. Lo si vede in particolare sulla GTAm, che si differenzia dalla GTA per la configurazione a due posti e per la presenza del roll-bar posteriore, rimanendo sempre omologata per l’utilizzo stradale. Si nota immediatamente lo spoiler posteriore regolabile in quattro posizioni, lo splitter anteriore attivo e la ricerca ha interessato il sottoscocca e un estrattore specifico capace di aumentare la tenuta della vettura.

La tecnica comprende anche il sistema di scarico centrale Akrapovič in titanio, integrato nel diffusore posteriore in fibra di carbonio, e i cerchi da 20 pollici con monodado, per la prima volta su una berlina, abbinati a pneumatici Michelin modello Pilot Sport Cup 2 Connect. Per migliorare l’handling sono state allargate di 25 millimetri le carreggiate anteriori e di 50 quelle posteriori rispetto alla Quadrifoglio con un setup specifico della sospensione.

Per la Giulia GTA e GTAm sono disponibili delle livree personalizzate o tre colorazioni, Rosso Etna, Bianco Trofeo e Verde Montreal, in omaggio alla bandiera italiana. Su entrambe lo stemma dell’Autodelta, il riconoscibile triangolo bianco-azzurro con all’interno la bandiera a scacchi identifica e rende omaggio alla squadra corse.  Soli 500 gli esemplari certificati e numerati di GTA e GTAm con un listino rispettivamente da 175.000 e 180.000 euro.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

DS 4 l'eleganza francese tra le vetture medie
Secondo noi

DS 4 l'eleganza francese tra le vetture medie

22 Nov 2021 Paolo Pirovano

Prosegue l’allargamento della gamma in casa DS e dopo il lancio della berlina di lusso DS 9 arriva a distanza di poche settimane la DS 4, vettura media di segmento C che...

Continua
La transizione energetica di Stellantis
Economia

La transizione energetica di Stellantis

29 Oct 2021 Paolo Pirovano

La transizione energetica che il mondo dell’automotive dovrà affrontare nei prossimi anni porterà ad una vera rivoluzione che andrà ben oltre la tecnologia. Saranno...

Continua