Audi Q5 diventa Plug-in Hybrid

13 Sep 2019 Paolo Pirovano
Audi Q5 diventa Plug-in Hybrid

Se il nome con cui si presenta è molto lungo e complicato da ricordare, Audi Q5 TSFI e Quattro S Tronic, al lato pratico tutto diventa molto più semplice perché si tratta della versione ibrida plug-in della SUV di Ingolstad. Una vettura che rientra all’interno del piano di elettrificazione che la casa dei quattro anelli ha appena iniziato ed entro il 2025 si completerà con una gamma di 30 modelli . Di questi vedremo altre 6 plug-in hybrid  entro l’anno, precisamente A6, A7 Sportback, A8 L, Q7 e A3 Sportback.

La best seller della gamma Q si presenta adesso con la variante che punta a coniugare prestazioni e consumi abbinando il motore benzina 4 cilindri 2 litri turbo ad uno elettrico a cui si aggiungono la trazione integrale quattro con tecnologia ultra e il cambio a doppia frizione S tronic a 7 rapporti. Il sistema offe due versioni, la “55” con 367 CV e 500 Nm di coppia (disponibile a 1.250 g/m) , con 252  CV ottenuti dalla parte termica e 143 da quella elettrica,  mentre la “50” ha 299 CV e 450 Nm, con la differenza di potenza dovuta solamente al boost del motore elettrico. Questo è di tipo sincrono a magneti permanenti ed è integrato, insieme a una frizione di separazione, nel cambio.

La batteria al litio ha una capacità di 14,1 kWh e consente di percorrere sino a 45 chilometri a zero emissioni nel ciclo WLTP. La ricarica avviene in una notte (7 ore) con una presa domestica a 230 Volt, che si riducono a 2,5 con una colonnina da 7,4 kW. È posizionata sotto il vano bagagli e la capacità di carico è di 465 lt, 50 in meno rispetto alle corrispettive alimentazioni tradizionali. Tutto il sistema elettrico aggiunge oltre 350 kg se confrontati alla pari motorizzazione a benzina ma non fa perdere nulla nella dinamica di guida, anzi addirittura migliora la ripartizione dei pesi sui due assi, migliorando le prestazioni in ogni parametro.

Queste indicano per la “55” uno scatto da 0 a 100 km/h in 5,3 secondi e una velocità massima di 239 km/h (135 km/h in modalità puramente elettrica) con consumi nel ciclo combinato WLTP di 2,1 – 2,7 litri ogni 100 chilometri ed emissioni di CO2 di 48 – 62 grammi/km , valori che cambiano in funzione degli allestimenti e cerchi. Tradotto in km vale 47 km/lt secondo le norme di omologazione. In pratica sono le stesse della RS Q5 ma con i consumi decisamente ridotti.

Il sistema di recupero dell’energia è derivato dalla e-tron la vettura totalmente elettrica di Audi ed il motore elettrico si occupa delle decelerazioni lievi, quelle più frequenti mentre  nella marci le frenate di media intensità (oltre gli 0,2 g) sono di competenza dei freni idraulici tradizionali.

Porta, inoltre, alcuni vantaggi fiscali e la “50” rientra nei paramentri  dell’ecobonus previsto dalla Legge di Bilancio 2019 e il bollo viene calcolato sui 185 kW/252 CV, quindi non paga superbollo mentre i kW elettrici sono esenti da bollo; oltre a questi ci sono anche le agevolazioni locali che variano da regione a regione.

Per la prima volta Audi abbina la trazione integrale quattro ad un motore elettrico ed il funzionamento vede la catena cinematica prevalentemente sull’asse anteriore spostando la ripartizione della coppia al retrotreno solo quando necessario. Per ottimizzare e migliorare l’autonomia elettrica è presente il Predictive Efficiency Assist Il predictive efficiency assist (PEA) contribuisce all’incremento dell’autonomia elettrica e al comfort di marcia. Il conducente può decidere come intervenire nell’interazione tra il propulsore termico e il motore elettrico. I tre programmi di marcia “EV”, “Auto” e “Hold”, privilegiano a seconda della scelta, la trazione elettrica, la modalità ibrida automatica o al risparmio d’energia a vantaggio di una successiva fase di viaggio. Inoltre l’Audi drive select di serie, aggiunge i classici programmi di guida, auto, comfort, dynamic, efficiency, allroad, offroad/lift e individual, che modificano l’erogazione, il setup delle sospensioni pneumatiche (optional) e la taratura dello sterzo.

Audi Q5 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV, è offerta nelle versioni Base, Business, Business Design ed S line plus, con il listino che parte da 57.500 euro. La variante più performante Q5 55 TFSI e quattro S tronic 367 CV, muove invece da 64.800 euro. 55 TFSI ee è proposta nelle varianti Business ed S line plus.

Per risolvere il problema della ricarica quando non si è a casa Audi ha creato il servizio e-tron Charging Service che garantisce l’accesso a una vasta rete di colonnine pubbliche (oltre 110.000) in 19 Paesi europei utilizzando una sola card, indipendentemente dal fornitore. Il Cliente deve registrarsi un’unica volta nel portale myAudi e stipulare un contratto con canone mensile di 22 euro a cui si devono aggiungere i costi della singola operazione.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Nuovo Renault Kadjar, pronto all'avventura
Secondo noi

Nuovo Renault Kadjar, pronto all'avventura

16 Oct 2019 Paolo Pirovano

Con più di 600.000 unità vendute in 50 paesi nel mondo dal 2015, la Renault Kadjar ha un ruolo da protagonista tra i SUV di segmento C, cosa ancora più evidente in Italia...

Continua
Lancia Ypsilon Monogram, stile senza tempo
Nuovi Arrivi

Lancia Ypsilon Monogram, stile senza tempo

15 Oct 2019 Silvia Pirovano

Da sempre il monogramma è un qualcosa di immediatamente riconoscibile, un unico segno, la sintesi perfetta che rende tutto subito chiaro e quindi fondamentale oggi per i...

Continua
Kia Sportage a GPL
Nuovi Arrivi

Kia Sportage a GPL

10 Oct 2019 motorpad.it

Con l’arrivo della versione a GPL Kia Sportage arricchisce la gamma di motorizzazioni per soddisfare le esigenze di una fascia sempre più allargata di consumatori....

Continua