Ford Explorer Plug-in hybrid, arriva in Italia la SUV Made in USA

26 Oct 2020 Paolo Pirovano
Ford Explorer Plug-in hybrid, arriva in Italia la SUV Made in USA

Il programma di elettrificazione di Ford procede secondo i programmi e l’offerta si allarga con l’arrivo di nuovi prodotti. Tra questi si inserisce la SUV Explorer Plug-in hybrid che per la prima volta è disponibile per la clientela europea. Un mezzo con ha una lunga storia, è stato presentato per la prima volta nel 1991, e che ha contribuito a far affermare questa tipologia di veicoli sul mercato nordamericano. Si affianca alla Mustang ed alla Edge, due modelli che hanno già passato con successo l’Atlantico.

Si tratta, infatti, di un vero SUV made in USA, dalle dimensioni importanti, lungo 5,06 mt, per 7 posti a bordo, non proprio le misure adatte per le città italiane. Ha però la novità di abbinare due motori, il benzina Ecoboost V6 3 litri turbo ad uno elettrico alimentato da una batteria agli ioni di litio da 13,6 kWh per una potenza complessiva di 457 CV con una coppia di 825 Nm. È il modello più potente tra gli ibridi di Ford ed è uno dei 18 modelli elettrificati che la casa dell’Ovale Blu lancerà entro la fine del 2021.

Proprio la presenza della motorizzazione ibrida plug-in, ha reso possibile l’importazione in Europa perché, nonostante la massa, raggiunge livelli di consumi davvero sorprendenti di 3,1 lt/100 km (ciclo omologazione WLTP) ed emissioni di CO2 di 71gr/km. Ribalta e cancella, quindi, uno dei principali stereotipi tipici sulle auto americane, quello dei consumi. In più la batteria permette di viaggiare in modalità puramente elettrica per 42 km e questa si ricarica in meno di sei ore attraverso la rete domestica da 230V o in 4,20 ore utilizzando le ricariche pubbliche.

La trazione integrale Intelligent All-Wheel Drive è un elemento in più per la sicurezza e viene abbinata al cambio automatico a 10 rapporti mentre il Terrain Management System adatta l’Explorer alle caratteristiche della strada e alle condizioni meteo. Le modalità di guida tra cui scegliere sono 8: Normal, Sport, Trail, Slippery, Tow/Haul, Eco e Deep Snow/Sand.

Le 5 stelle raggiunte nei test dell’EuroNcap sono il risultato del lavoro nel campo della sicurezza con tutti i sistemi di assistenza presenti. Tra questi sono particolarmente utili, viste le dimensioni del veicolo, l’aiuto al parcheggio con le manovre automatizzate e il Reverse Brake Assist. Grazie alla presenza di sensori e radar interviene per evitare l’impatto con oggetti (più alti di 28 cm e più larghi di 7,5 cm) che si trovano nella traiettoria quando si effettua una retromarcia.

Passando all’interno la Explorer sfrutta al massimo le dimensioni e lo spazio dove i 7 posti sono reali con 5 punti di alimentazione da 12V, due porte USB per le ognuna delle prime due file, 12 portabicchieri e un climatizzatore Tri-zona. il bagagliaio va dai 123 litri con tutte le tre occupate ai 2.274 litri abbattendo le ultime due.

Il cruscotto interamente digitale è affiancato da un display centrale da 10,1” che visualizza le informazioni sulla navigazione e sull’infointrattenimento. Per l’Italia un solo allestimento previsto completo che comprende i cerchi in lega neri opaco da 20”, l’impianto stereo B&O da 980 Watt in listino a 81.000 euro.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Mercedes GLE 350 de, diesel e plug-in hybrid
VideoTest

Mercedes GLE 350 de, diesel e plug-in hybrid

24 Nov 2020 Paolo Pirovano

E' la sigla che identifica la versione Plug-in hybrid della SUV di fascia alta della casa tedesca che si differenzia dalla concorrenza perché abbina un motore diesel alla...

Continua