ID.7, la prima berlina elettrica di Volkswagen

14 Feb 2024 Paolo Pirovano
ID.7, la prima berlina elettrica di Volkswagen

L’arrivo della ID.7 segna un passaggio importante all’interno della famiglia dei modelli elettrici Volkswagen perché, dopo i SUV ID.3, ID.4 ed ID.5, ecco la prima berlina.
È una fastback di quasi 5 metri di lunghezza che diventa  per tecnologie e dimensioni l’ammiraglia del marchio, sviluppata per le lunghe percorrenze e i viaggi così da raggiungere fino a 620 km di autonomia nei cicli di omologazione che corrispondono ad un consumo compreso tra i 14,1 ed i 16,3 kWh per 100 km.

Sono due le versioni la Pro con una batteria da 77 kWh netti alla quale si aggiungerà nel corso dell’anno la Pro S che porta la capacità a 86 kWh, sempre netti.
In comune il motore che aumenta la potenza a 286 CV con una coppia di 545 Nm trasmessa alle ruote posteriori. Le prestazioni indicano una velocità massima autolimitata elettronicamente di 180 km/h e uno scatto da 0-100 in 6,5 secondi e la ricarica è possibile effettuarla attraverso le colonnine Ultrafast in corrente continua fino a 175 kW. L’unità elettrica è di nuova progettazione e ha come sigla APP550 e verrà utilizzato anche da altri modelli di Wolfsburg.

Molto curato l’aspetto dell’aerodinamica, quanto mai fondamentale per un’auto elettrica, e la conferma arriva dal Cx di solo 0,23 e la ID.7 è la vettura più bassa in produzione con un’altezza di 1,53 mt.
Il design filante e fluido ha sbalzi corti alle due estremità e il passo dei 2,97 mt mette a disposizione dei passeggeri una grande abitabilità interna ed un bagagliaio di 532 lt, facilmente accessibile attraverso il portellone.

Nell’abitacolo si nota subito il grande schermo centrale da 15 pollici o 38 cm se preferite, il più grande utilizzato su una Volkswagen, dove sono stati rivisti i comandi ora più visibili e intuitivi rispetto alle altre ID.
Davanti al volante, invece, c’è un piccolo cluster digitale e la presenza di serie dell’head-up Display visualizza tutte le informazioni relative al viaggio.
La ID.7 offre un comfort climatico e di seduta pari a quello delle vetture di classe superiore con le bocchette di ventilazione a comando automatico con servomotori elettronici e i sedili ergoActive con nuova funzione di massaggio dei punti di pressione e (nella versione top di gamma).
A richiesta è disponibile anche il tetto panoramico di nuova concezione Smart Glass, con vetri che passano elettronicamente da trasparenti a oscurati e viceversa, tramite il cursore sul tetto o il comando vocale.

La dotazione di serie comprende, cerchi in lega da 19 pollici, illuminazione d’ambiente a 10 colori, un volante multifunzione riscaldabile, il sistema di navigazione Discover Pro Max, il display head-up con realtà aumentata, l’assistente vocale IDA, i sistemi di assistenza come il Travel Assist, una telecamera posteriore, il Park Assist Plus incluso assistente di parcheggio con funzione Memory, climatizzatore automatico a tre zone Air Care Climatronic nonché i fari a LED e i gruppi ottici posteriori a LED. La ID.7 Pro Edition Plus aggiunge le seguenti dotazioni: vernice metallizzata, Exterior Pack (fari anteriori IQ.Light LED Matrix, Dynamic Light Assist, luci all-weather, di svolta e per autostrada, luci posteriori LED con indicatori dinamici, vetri posteriori oscurati, portellone bagagliaio con apertura/chiusura elettrica e tramite sensore Easy Open/Close), Interior Pack (illuminazione interna a 30 colori, sedili anteriori comfort ErgoActive in tessuto e ArtVelour, supporto lombare pneumatico per sedili anteriori con funzione massaggio, memory e agevolazione accesso Smart Comfort, plancia comfort e inserti in similpelle).

La ID.7 è in listino con la versione Edition Plus a 63.550 euro e a breve arriverà la station wagon che si chiamerà Tourer e sempre nel corso del 2024 è prevista la Pro S con batteria da 86 kWh. La gamma si completerà poi con la sportiva GTX a trazione integrale e motore da 340 CV.
Viene prodotta nello stabilimento per la mobilità elettrica Volkswagen a Emden, in Germania.

Torna indietro
Tags

Galleria Fotografica

notizie correlate:

Alfa Romeo Milano, la SUV compatta e sportiva
Nuovi Arrivi

Alfa Romeo Milano, la SUV compatta e sportiva

12 Apr 2024 Paolo Pirovano

Si chiama Milano la nuova Alfa Romeo e il nome è un chiaro omaggio alla città dove il marchio è nato nel 1910, creando un legame stretto e indissolubile tanto da portare i...

Continua